I GOVERNATORI PROVENIENTI DAL LIONS CLUB PERUGIA HOST

 

Renato Palumbo (2003-2004)

 

palumbo
Il prof. Renato Palumbo e’ stato eletto Vice Governatore del Distretto 108-L per l’anno 2002-2003. E’ stato Coordinatore del Comitato “Globalizzazione e Solidarietà Sociale” e Presidente del M.E.R.L. del Distretto 108-L per l’anno 2002-2003. E’ stato eletto Governatore del Distretto 108-L per l’anno 2003-2004. Nell’anno 2003-2004 è stato nominato dal Consiglio dei Governatori referente per il MultiDistretto per l’A.I.L.D. e per le Associazioni Socio-Sanitarie. Nell’anno del suo governatorato ha completamente informatizzato il Distretto 108-L, introducendo il tesserino individuale magnetico, la votazione elettronica ed il televolo. Ha portato a termine il Service “Infanzia Negata” riuscendo, per l’impegno di tutti i Lions del Distretto, a vaccinare per la polio, il tetano, la difterite, il morbillo, la tbc, la parotite oltre 200.000 bambini nel Congo in collaborazione con l’UNICEF. Ha portato il Distretto da 113 a 117 Clubs (2 New Century), ha sottolineato le problematiche della ricerca con la proposta dell’otto per mille “anche” alla Ricerca, proposta che nel corso dell’anno 2005 è diventata un progetto di legge (il 5 per 1000), ha portato l’attività dei Lions all’attenzione dei cittadini con la pubblicazione e la distribuzione in centomila copie del “panino” sugli OGM in un giornale di grande tiratura e con un talk show lionistico sui problemi dell’adozione. Inoltre, ha incontrato in numerosi dibattiti in contraddittorio politici e rappresentanti di Governo sul suo tema “Tecnologia, innovazione e qualità della vita”, ha realizzato protocolli d’intesa con la Regione dell’Umbria, il Comune di Viterbo, il Comune di Rieti, l’Università per Stranieri di Perugia, ha proposto e continuera’ a proporre un’azione lionistica di politica non partitica in campo nazione ed internazionale. 

lbar

Aldo Villani (1990-91)

 

 aldovillani 
 Aldo Villani è stato Governatore del Distretto 108L nell’Anno Sociale 1990-1991. La sua militanza nelle gerarchie Lions è stata lunga e prestigiosa fino alla sua scomparsa, avvenuta il 10 Aprile 2011:
1976-77: Presidente dei Lions Club Perugia
1977-78: Delegato di zona
1980-81: Vice Governatore
1982-83: Presidente del Comitato Distrettuale per l’Assistenza al Non Vedenti e per la Donazione Organi. Relatore sul Tema Distrettuale Donazione Organi.
1983-84: Presidente del Comitato per la Donazione degli Organi, Relatore sul tema Nazionale Donazione Organi.
1984-85: e 1985-86: Presidente del Comitato per la Donazione degli Organi. 
Da Governatore ha sostenuto e portato a termine programmi di grande respiro che meritano di essere scanditi separatamente. Nel 1990 ha in concreto realizzato la Segreteria Nazionale e Archivio Storico in Roma. Ha ottenuto importanti riconoscimenti a livello Lionistico Internazionale. Nel guidoncino per il suo anno di Governatore ha scritto come motto:
Tenacia ed entusiasmo renderanno certezze le nostre speranze.

lbar

Carlo Abbozzo (1972-73)

 
 carloabbozzo 
 Carlo Abbozzo è stato Governatore del Distretto 108 L nell’anno sociale 1972-73.    La  sua lunga militanza nei gradi del Lionismo dice la sua dedizione alla istituzione:
1967-68: Presidente del Comitato Relazioni al Congresso
1969-70: Vice Governatore del Distretto 108-L
1970-71: Presidente del Comitato Incremento Soci e Divulgazione del Lionismo
1971-72: Delegato del Governatore per il Coordinamento delle Attività Lionistiche
1972-73 : Governatore del Distretto 108-L
1974-75: Membro del Comitato d’Onore
1975-76: Presidente del Comitato d’Onore Distrettuale
1976-77 e 1977-78: Membro del Comitato d’Onore
Distrettuale. Delegato del Governatore per l’organizzazione
Distrettuale ed i Rapporti con gli Officers.
1978-79: Delegato del Governatore a Coordinare i Comitati.
1980-81: Delegato del Governatore ai problemi della Economia.
1980-81 e 1983-84: Consigliere del Governatore
1984-85: Delegato del Governatore per i rapporti con le Istituzioni Regionali dell’Umbria. 
Carlo Abbozzo ha promosso e sovvenzionato in parte la Biblioteca del Libro Parlato per i Non Vedenti a Perugia.
Nei giorni 3 e 4 marzo 1973 a Cagliari, in occasione Convegno sul tema:
“Interesse della Società alla tutela ed alla sopravvivenza delle libere professioni, insostituibili pilastri della libertà di tutti i cittadini” ha esaltato il significato del Premio Papandrea, destinato a coloro che hanno dato prova di abnegazione ed ero-ismo al servizio delle istituzioni, in quella occasione attribuito per la prima volta. Per la sua foga, per la sua dedizione, per la sua azione continua di stimolo, ancora oggi Carlo Abbozzo viene riconosciuto come il padre spirituale del Lionismo Umbro.

lbarVincenzo Barile (1962-63)

  v_barile  

Vincenzo Barile ha militato a lungo ed attivamente nel Lions Club Perugia: sotto la sua presidenza è stato approvato lo statuto del Club. Ha ricoperto prestigiose cariche preima di divenire Governatore nell’Anno Lionistico 1962/1963.
1958-59: Presidente del Lions Club Perugia
1959-60: Vice Governatore del Distretto 108-L;
1960-61: Cerimoniere del Distretto;
1961-62: Presidente del comitato per le relazioni interne del Distretto;
1962-63: Governatore del Distretto 108-L;
1963-64: Consigliere internazionale;
1969-70 e 1970-71: Membro del Comitato d’Onore Nazionale.
E’ stato il quarto governatore del Distretto 108-L dopo la ristrutturazione del Distretto 108 (Italia) in Multidistretto 108 I.T.A.L.Y..
In occasione del meeting del giorno 8 febbraio 1961, nella giornata della Ridedicazione, pronunziò un discorso celebrativo dal titolo: “Attualità del Movimento Lionistico”. Una attualità che si rinnova ancota oggi giorno dopo giorno.
Il 22 Giugno 1962 al Grand Hotel di Roma organizzò un incontro Interclub per la rielezione delle cariche dei quattro Lions Club Romani. L’incontro fu onorato dalla partecipazione di Curtis D. Lowil, neo-eletto Presidente Internazionale alla Convenction di Nizza, e dai Governatori degli altri Distretti Lions italiani.
Il 21 Marzo 1962 gli stessi Lions Club romani organizzavano un incontro interclub in onore del Presidente della Repubblica Antonio Segni, con la partecipazione di cinque Governatori e dei 188 Club italiani.
Il giorno 11 Aprile 1963 fu organizzato un meeting distrettuale nella sede romana della F.A.O., con la partecipazione del Direttore generale della F.A.O., al quale fu consegnato un contributo di Lire 1.001.300.
Il pensiero di Vincenzo Barile è fissato in una nota pubblicata nella rivista The Lion del 1963 dal titolo: “Codice d’onore: costume di vita”.

lbar