I PRESIDENTI DEL LIONS CLUB PERUGIA HOST

ANNI 2011-2016

 Antonio Ansalone

rosi

(Anno sociale 2015-2016)
In quest’anno lionistico tutti gli eventi sono stati organizzati con la collaborazione del Leo Club Perugia, che ha partecipato anche ad alcuni services del Lions Club Sponsor. Dopo l’esordio con la partecipazione di una qualificata delegazione del Perugia Host all’Expo di Milano, nei giorni 31 agosto e  1 – 2 settembre 2015, il Club ha varato il programma degli eventi per il 60° anno lionistico nell’Assemblea generale del 23 settembre. Di grande interesse è stato l’evento svoltosi il 9 ottobre, insieme agli altri Club della città di Perugia (anche appartenenti a Zone diverse), al quale è intervenuto il magistrato ed europarlamentare Caterina Chinnici, figlia del magistrato Rocco, ucciso dalla mafia. Nella circostanza – presente anche il Sindaco di Perugia – è stato presentato il libro dal titolo “E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte”, scritto dalla Stessa, in memoria del genitore. Il giorno successivo, in una Sala dei Notari affollatissima, il Magistrato ha incontrato gli Studenti degli Istituti Superiori della città, insieme al Giornalista del Messaggero, Dottor Luigi Foglietti, per parlare di Legalità. Successivamente, il 24 ottobre, nella tavola rotonda svoltasi in collaborazione con il Lions Club  Assisi, è stato affrontato il tema relativo all’importante ruolo dell’Aeroporto Internazionale dell’Umbria “San Francesco di Assisi”. Oltre ai numerosi Soci dei due Club, sono intervenuti l’Assessore regionale Giuseppe Chianella, il Presidente della Camera di Commercio Giorgio Mencaroni ed il Presidente della Sase Mario Fagotti. L’evento è stato coordinato dal Giornalista del Messaggero Dottor Luigi Foglietti. L’8 novembre è stata celebrata la S. Messa per i defunti presso la Struttura del Sacro Cuore, officiata dal Vescovo ausiliare di Perugia, Mons. Paolo Giulietti. Il 27 novembre l’incontro con l’arte, nel “Clementina Day”. Relatore della serata il Professore e Critico d’arte Domenico Coletti, che ha presentato moltissime opere d’arte, in cui gli Autori avevano privilegiato la frutta ed in particolare gli agrumi. Il ricavato dell’offerta delle casse di Clementine è stato versato alla Fondazione Internazionale per la lotta al morbillo. Le clementine, come ormai di consuetudine, sono state inviate dalla Calabria, gratuitamente, dai Familiari del nostro Socio Le Voci. La festa degli Auguri di Natale, il 12 dicembre, molto partecipata dai Soci e dagli amici dei Soci, è stata l’occasione anche per l’ingresso di  4 nuovi Soci, provenienti da diversi settori pubblici, alla presenza del Presidente di Zona, Dottor Riccardo Spadolini. Nell’evento del 15 gennaio, è stato trattato l’argomento relativo alla “Cappella Sistina: una nuova interpretazione della volta”. Relatori sono stati il socio Professore Mario Timio ed il Dottor Claudio Cattuto. Molto interessati i numerosi Soci ed Amici presenti, poiché la documentata interpretazione dei Relatori è apparsa innovativa e di sviluppo per il futuro. Presente alla manifestazione il Governatore prof. Tommaso Sediari ed il Sindaco di Perugia. Avv. Andrea Romizi, che, nella circostanza, è entrato a far parte del Club come Socio Onorario. Sabato 6 febbraio si è svolta la festa di Carnevale, alla quale hanno partecipato, su invito del Club, adulti e bambini. Per tutti è stata una serata di grande divertimento, con la partecipazione straordinaria del Mago Marvik e della sua Assistente. Nel pomeriggio, il Mago aveva intrattenuto, nell’Ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia, i ragazzi ricoverati nei Reparti di Oncoematologia pediatrica e di Pediatria. In ricordo del compianto Socio e grande Artista Artemio Giovagnoni, il 26 febbraio, presso il Teatro del sodalizio San Martino, è stata rappresentata la commedia “La cicogna si diverte”, interpretata dal Gruppo teatrale “Città di Perugia – Artemio Giovagnoni”, attualmente diretto dall’attore e regista Gianfranco Zampetti. Molto ampia è stata la partecipazione di Soci ed amici. All’evento ha presenziato anche la Presidente di Circoscrizione, avvocato Luigina Matteucci, che ha avuto parole di elogio per l’attività del Club. Il 4 marzo è stato trattato il tema dell’alimentazione in Umbria attraverso i secoli, che è anche il titolo del libro del Professore Salvatore Pezzella, paleografo e giornalista, che ha curato anche il menù particolare, con piatti della tradizione etrusca – medievale – rinascimentale, servito in abiti dell’epoca, Durante la serata sono entrati anche due Soci Leo. Veramente di grande interesse è stata la tavola rotonda organizzata sul tema “I nonni: i nuovi ammortizzatori sociali della Famiglia”. Eccellenti sono state le relazioni introduttive svolte dal Past Governatore e nostro socio Professore Renato Palumbo e dall’Assessore ai servizi sociali del Comune di Perugia, Dott.ssa Edi Cicchi. Ampio è stato il dibattito sull’argomento, concluso dall’intervento del Governatore del Distretto, Professore Tommaso Sediari, che, per l’occasione ha appuntato il distintivo ad una Nuova Socia Leo. L’Assemblea elettiva svoltasi il 7 aprile ha proceduto al rinnovo delle cariche sociali per l’anno lionistico 2016 – 2017. I nuovi dirigenti entreranno in carica dal  1 luglio prossimo. Molto significativo, alla presenza del Presidente di Zona, Dottor Riccardo Spadolini, e del Vice Sindaco di Perugia, Avvocato Urbano Barelli, è stato l’incontro del 30 aprile con il Lions Club Macerata Host, con il quale è stato firmato un “Patto di Amicizia” (Gemellaggio), volto a valorizzare i territori delle due province confinanti. È intervenuta all’incontro la Presidente dell’Assemblea Regionale dell’Umbria, Professoressa Donatella Porzi, che ha tenuto una prolusione sulle infrastrutture umbre con riferimento in modo particolare alla “Quadrilatero” e quindi ai collegamenti più rapidi fra Marche ed Umbria. Un successivo incontro del 12 maggio, svoltosi presso l’Accademia di Belle Arti di Perugia, ha restituito alla città il calco in gesso della Statua del “Discobolo” dopo i lavori di restauro, totalmente sponsorizzati dal Perugia Host e dal Leo Club Perugia. Erano presenti numerose Autorità della cultura e delle Istituzioni. Il 13 maggio, il Presidente del Club ed alcuni Soci hanno ricambiato la visita al Club Macerata Host, in occasione della ricorrenza della loro Charter Night e della concomitante visita del DG del Distretto 108A. Nell’incontro del 27 maggio, la Professoressa Daniela Ambrosi ha intrattenuto i Soci con un interessantissimo argomento: “Il disegno della luce quale architetto tra paganesimo e cristianesimo”, che ha stimolato moltissime domande alla Relatrice da parte dei Soci. Nell’occasione sono entrati tre Nuovi soci Lions ed un socio Leo. La celebrazione della Charter Night il 18 giugno, in un’affollatissima sala dei Notari, ed il successivo passaggio della Campana hanno concluso l’importante anno lionistico. Nella prima circostanza, alla presenza del Governatore e di numerose Autorità, è stato celebrato il 60° anniversario della fondazione e della consegna della Charter al Perugia Host, commemorato anche da un annullo postale speciale. Durante la cerimonia sono stati presentati due strumenti musicali dell’800, restaurati a cura del Club, che saranno esposti nel costituendo Museo della Musica di Porta Sant’Angelo. Il 23 giugno, nel bellissimo Chiostro di Santa Giuliana, la Campana dell’Host è passata dalle mani di Antonio Ansalone a quelle di Sandro Gerli, mentre quella del Leo è passata dalle mani di Marta Tarducci a quelle di Daniel Chiabolotti. Anche in quest’ultima cerimonia, il Presidente ha coinvolto i Soci, presenti in gran numero, nell’espletamento di ben due services: un aiuto economico all’Emporio della Caritas diocesana ed altri fondi destinati al Restauro del Teatro Pavone della città, oltre a quelli già raccolti durante il Lions Day. Numerosi e di grande interesse sono stati i “services” organizzati dal Club, in questo particolare anno lionistico, che ha visto molto spesso il Leo Club Perugia operare al fianco del Club sponsor. Sono stati stanziati dal Club € 7.330: per il restauro della Statua del discobolo dell’ABA € 2.000; per il restauro di due strumenti musicali dell‘800 per il costituendo Museo Musicale di Porta S. Angelo € 1.500; per un’altalena per bambini non normodotati per il parco cittadino Chico Mendez € 1.250. Sono stati donati, tramite raccolta fondi: € 1.100 all’Emporio della Caritas diocesana per le famiglie bisognose; € 930 ($ 1.012) alla nostra Fondazione Internazionale per la lotta al morbillo; € 250 al Campo Amicizia del nostro Distretto; € 300 per il restauro del Teatro Pavone ed infine sono stati donati 150 copie del volume della Chiesa di San Prospero di Perugia ai Salesiani della città. Altri Services, rivolti essenzialmente ai ragazzi delle varie fasce di età, hanno impegnato il Club: Poster della Pace, Lions Quest, Progetto Martina, Progetto Legalità, Progetto Ambiente, Progetto Alleviare la sofferenza,  Progetto Donazione, Progetto Alimentazione, Progetto Pronto Soccorso. Inoltre, il Club si è impegnato per la presenza all’EXPO di Milano, per la Raccolta Occhiali Usati e per la Lotta al Diabete insieme all’AILD, ottenendo enorme soddisfazione.

 Luca Ferrucci

rosi

(Anno sociale 2014-2015)
Il Club, in quest’anno lionistico, ha consolidato il suo potenziamento con l’ingresso di nuovi Soci, soprattutto  giovani, appartenenti alle diverse categorie sociali. Dopo l’approvazione del programma da parte dell’Assemblea, nei vari meeting sono stati trattati temi riguardanti l’economia, l’Europa e le riforme di cui ha bisogno il Paese. Si è svolta la serata dedicata alla visita del Governatore, molto partecipata, poiché, nella circostanza, sono stati ripresi i temi complessivi che interessano l’organizzazione del Volontariato ed il ruolo che esso svolge nel mondo. Come consuetudine è stata celebrata una S. Messa, in ricordo degli Amici Lions defunti. In un successivo meeting è stato commemorato i 200 anni della Fondazione dell’Arma dei  CC: la manifestazione si è svolta presso la SLEE, nel complesso di Santa Giuliana, alla presenza del Comandante della Legione CC di Perugia. La serata, organizzata per la tradizionale “Clementina Day”  è servita per raccogliere fondi da destinare a favore dell’Istituto Serafico di Assisi – Ente ecclesiale che cura ed assiste ragazzi con forte disabilità fisiche e psichiche. La festa degli Auguri di Natale è stata organizzata con il Leo Club all’insegna del motto “ WE Serve”. Durante la Conviviale sono state offerte le confezioni di vino del Club, il cui ricavato è andato a favore di alcune Scuole dell’obbligo di Perugia. In un’affollatissima riunione presso la Sala dei Notari è avvenuta la consegna del primo premio del concorso “Un Poster per la Pace” andato ad una studentessa della Scuola Media San Paolo di Perugia. Una significativa serata è stata dedicata al service “Perugia: città cardioprotetta”. La manifestazione si è svolta presso il Teatro Morlacchi di Perugia con la partecipazione straordinaria di Renzo Arbore. Presso il Teatro San Martino di Perugia si è svolta, successivamente, la consueta serata dedicata al compianto Socio Artemio Giovagnoni, con una rappresentazione teatrale. Un meeting è stato dedicato all’EXPO mondiale di Milano, con l’approfondimento delle eccellenze umbre, con particolare riferimento alla gastronomia. L’evento è stato organizzato presso l’Università dei Sapori, dove è stato possibile gustare i menù dello Chef Marino Marini, accompagnati dal commento del Professore Paolo Braconi. Un interclub, organizzato con gli altri Club di Perugia, presso il teatro dell’Onaosi , ha visto l’intervento straordinario del maestro Giorgio Albertazzi, che ha intrattenuto i presenti con le sue performance sul tema “ Bellezza, donna e cavallo”.  Il ricavato è stato destinato all’acquisto di “Tecnologie informatiche per il supporto della didattica”, presso le Scuole Media Foscolo ed elementare Montessori di Perugia, nonché, tramite le Suore della San Vincenzo,  al sostegno dei figli delle Detenute del Carcere di Capanne. Molto interessante è stata la serata culturale, destinata alla visita del Conservatorio musicale di Perugia, a cui hanno partecipato Soci, figli e nipoti, tutti incantati dal favoloso e melodico concerto,  tenuto dagli Studenti del Conservatorio. Ancora in interclub, svoltosi presso la Sala dei Notari, sono stati consegnati i defibrillatori acquisiti durante l’anno lionistico, nell’ambito del Service “Perugia città cardioprotetta”, alla presenza delle più alte cariche lionistiche del Distretto 108L, in occasione del Congresso annuale, tenutosi a Perugia ed organizzato a cura dei Club della Zona B, con capofila il Perugia Host. La celebrazione della Charter si è svolta presso la Villa Forasiepi, con il successivo passaggio della campana. Alle iniziative sociali sono stati destinati € 8.400, suddivisi come segue:  Associazione Pro Disabili S.Sisto € 1000, Diocesi Perugia € 500, defibrillatore per Società sportiva ragazzi Monte Morcino € 600, Serafico di Assisi € 1500, Scuola media Foscolo e Scuola elementare Montessori  € 2500,  Suore San Vincenzo € 300, Conservatorio Musicale € 1000, AILD € 500, LCIF € 250, BENIN per creazione piantagione € 300.

 

Giovanni Gigliotti  Cappannini

(Anno sociale 2013-2014)
Il programma dell’anno lionistico, predisposto dal Presidente e dal Consiglio direttivo, è stato approvato dall’Assemblea nella seduta del 27 settembre. Tra i vari meeting organizzati, particolare rilievo ha avuto la trattazione di “Perugia città della musica”: ospite d’eccezione Carlo Pagnotta, ideatore di Umbria Jazz. Nell’antico Teatro della Sapienza, in interclub con gli altri Club di Perugia e con il Leo Club, è stato trattato l’interessante argomento “Perugia città universitaria”: relatori i Magnifici Rettori dell’Università agli Studi di Perugia e dell’Università Italiana per Stranieri, rispettivamente Professori Franco Moriconi e Giovanni Paciullo. Molti sono stati gli interventi dei partecipanti, a dimostrazione dell’interesse che la cultura riveste per Perugia. Altra Riunione di grande rilevanza  e molto partecipata, organizzata insieme al Rotary Club Trasimeno, ha riguardato la trattazione dell’argomento “Dalla formazione universitaria a Perugia all’eccellenza nel mondo del lavoro”: sono intervenuti il Questore di Perugia Dottor Gugliotta, il Comandante provinciale dei CC Colonnello Cuneo e, come ospite d’onore, il Questore di Caserta Giuseppe Gualtieri laureatosi a Perugia. Il ciclo di incontri su Perugia si è concluso con il meeting “Perugia città imprenditoriale”, svoltosi presso le Cantine Lungarotti: relatori la Dottoressa Teresa Severini e il Vice Presidente del Club Prof. Luca Ferrucci, organizzato in coincidenza con la visita a Perugia del Lions Club Fiemme e Fassa. Particolarmente significativo l’anno lionistico con riferimento agli interventi sociali: è stata donata un’autoambulanza alla città di Himara in Albania, consegnata in una manifestazione pubblica al Sindaco della città, alla quale ha partecipato una nutrita delegazione del Club. Dopo tre anni di iniziative è stato portato a termine, insieme ad altri Enti, il service relativo alla realizzazione del “Giardino Sensoriale”, presso la Struttura protetta di Fontenuovo. Il Club ha anche sponsorizzato la stampa dell’opuscolo illustrativo dell’opera, che, tra l’altro, viene utilizzato come guida per la visita dell’importante struttura. Si è proceduto alla raccolta fondi, in occasione della tradizionale “Clementine day”, il cui ricavato, particolarmente significativo, in quanto gli agrumi sono stati donati dal padre del nostro Socio Lino Le Voci,  è andato all’UNHCR, che provvede al sostentamento dei profughi siriani. L’opera e l’azione dell’Organizzazione mondiale è stata illustrata dalla Dottoressa Li Perni dell’UNHCR. La raccolta  fondi organizzata, in occasione della festa degli auguri di Natale, con l’offerta di confezioni di vino, è stata finalizzata al “Movimento per la Vita” di Perugia, con la consegna del ricavato al Dottor Pino Morandini, presente alla manifestazione, Vice Presidente nazionale dell’organizzazione, alla presenza del Vescovo di Perugia, che, nella circostanza. è stato festeggiato per l’investitura cardinalizia. Molto significativo è stato l’apporto del Club per la riuscita del Service  e del Tema di Studio nazionale. Il passaggio della Campana nell’ambito Leo e Lions, in occasione della Charter Night del Perugia Host, che si è celebrata nel Complesso Monumentale di San Pietro, presente anche il Governatore ed i Vice Governatori eletti, ha concluso l’importante anno lionistico. Gli interventi sociali hanno impegnato una somma pari a € 9.445 così suddivisa: LCIF € 250, UHNCR € 1.200, Movimento per la Vita € 1.200, Casa Accoglienza Lions di Cagliari € 250, Fontenuovo per giardino sensoriale € 975,  AILD € 800, Acquisto e trasporto Ambulanza in Albania € 4270, Fondazione per l’istruzione Agraria (restauro patrimonio artistico San Pietro) € 500.

Pietro Cappannini  Cappannini

(Anno sociale 2012-2013)
La visita del Governatore, svoltasi il 21 settembre, ha consentito l’apertura in forma solenne dell’anno sociale, rivelatosi molto proficuo ed importante per le varie iniziative portate a termine. Successivamente, si è svolta l’Assemblea dei Soci per l’approvazione di bilanci del club e dell’intero  programma annuale. Presso il Castello dell’Oca si è svolto l’incontro dedicato alla Storia della musica; relatore: Filippo Antonioni, che con le sue musiche ha allietato l’intera serata molto partecipata ed  apprezzata da tutti. Nella Chiesa del Sacro Cuore a Perugia è stata celebrata la S. Messa per i Soci defunti del club. Sempre all’Hotel Sacro Cuore, successivamente,  è stato presentato il progetto “Giardino sensoriale” da realizzare nella Casa di riposo ”Fontenuovo”.  Relatori: Aldo Ranfa della Facoltà di Agraria di Perugia ed il Presidente del Sodalizio, Professor Orfeo Ambrosi. Un argomento molto importante e seguito è stato trattato nel successivo incontro relativo a: “dall’abuso sui minori alla violenza sulle donne: combattiamo ed estirpiamo il silenzio”.  Si tratta, infatti, del Tema di Studio nazionale affrontato insieme a tutti i Club della Zona, nella prestigiosa Sala dei Notari, con Relatori di alto livello. Alla fine di novembre si è tenuto il rituale incontro su “Clementina Day”. Oltre all’approfondimento dell’importanza del prodotto sotto l’aspetto alimentare ed agroeconomico, l’iniziativa è servita per raccogliere fondi destinati alla lotta alla dislessia ed all’acquisto di banchi scolastici da destinare alle popolazioni africane. La tradizionale festa degli Auguri, molto partecipata, è stata l’occasione per lo scambio di voti augurali tra tutti i partecipanti e, soprattutto, per raccogliere fondi destinati alla realizzazione del Giardino sensoriale sulla base del progetto presentato in uno dei precedenti incontri. Il teatro, nel ricordo del compianto Socio Artemio  Giovagnoni,  ha costituito l’occasione per una piacevole serata tra tutti i Soci ed Amici intervenuti.  La serata del carnevale è stata organizzata presso il Ristorante Buone Nuove avente per titolo “Bianco e Nero”. L’incontro è stato molto partecipato  con la soddisfazione di tutti i partecipanti. Nell’incontro successivo è stato trattato il Tema “Corzo de Perugino”, a cura di Diego Mencaroni, poeta, scrittore e sceneggiatore. Anche questa iniziativa è stata molto apprezzata dai partecipanti. In un apposito incontro è stato presentato uno “spot pubblicitario” da mandare in onda nelle varie circostanze in programmi televisivi o tramite i social network Facebook e Twitter, per meglio far conoscere  il perseguimento dell’obiettivo “Sicurezza Stradale” fra i giovani. L’Assemblea generale dei Soci, per eleggere le nuove cariche Sociali, per la successiva annata lionistica, è stata molto partecipata. Si è tenuta successivamente un’importante visita alla Basilica di san Pietro, guidata dal Priore Padre Martino. L’occasione ha consentito, grazie alla disponibilità del Priore stesso,  di  visitare anche l’importante Centro Sismologico “Bina”,  ospitato nello stesso complesso ed egregiamente diretto dallo stesso Priore. Un viaggio in Albania del Presidente e di alcuni Soci ha posto le basi per un Gemellaggio fra il nostro Club e quello di Tirana. Molto partecipata ed apprezzata è stata la visita alla Caserma provinciale dei Vigili del Fuoco. Presenti molti bambini e ragazzi, figli o nipoti dei Soci. Alcune esercitazioni presentate dagli uomini del Corpo, con l’utilizzo dei moderni mezzi a disposizione ha suscitato vivissimo interesse soprattutto nei più piccoli. In un successivo interclub è stato trattato l’argomento “L’Università del Terzo Millennio”.  Presenti tra gli altri i Rettori dell’Ateneo perugino e dell’Università italiana per Stranieri. La celebrazione della Charter, tenutasi il 14 giugno, ha concluso l’anno lionistico. Nella circostanza è stato perfezionato, con la firma sulle pergamene, il gemellaggio fra il Perugia Host e Tirana (Albania). Gli interventi sociali hanno impegnato una somma pari a € 7.850 così suddivisa: LCIF € 500, Fontenuovo per giardino sensoriale € 2000, Terremotati della Calabria € 1000, Cani guida € 1000, Istituto per disabili € 500, Istituto per riabilitazione € 2000, AILD € 800.

 

Marco Dottorini dottorini 

(Anno sociale 2011-2012)
Le linee guida dell’anno lionistico sono state, prevalentemente, il sociale e la cultura. Dopo l’Assemblea ordinaria, convocata per l’approvazione del programma annuale, un suggestivo meeting si è svolto sul tema “La città delle stelle: la Perugia etrusca”. L’Ingegnere VANNI, curatore dei lavori di scavo e consolidamento dei  sotterranei  di San Lorenzo, ha illustrato le strutture urbanistiche della “Perugia etrusca”.  Interessante è stato il dibattito che sull’argomento si è sviluppato con numerose domande all’illustre Tecnico. L’incontro con il Governatore – umbro in quest’annata lionistica – Generale Franco Fuduli, è stata l’occasione per presentare il programma e l’attività del Club, particolarmente apprezzati dallo stesso Governatore. Al Teatro Morlacchi si è tenuto, successivamente, il concerto della pianista Cristiana Pegoraro, molto partecipato con l’artista lungamente applaudita. I fondi raccolti sono stati devoluti al Reparto di Oncologia infantile dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. La partecipazione attiva del club al “Premio Rosa dell’Umbria”, svoltasi al Teatro Lyrich di Santa Maria degli Angeli di Assisi, ha suscitato vivo interesse e particolare soddisfazione di tutti i partecipanti, soprattutto, per il premio assegnato al Professore Battiston, presentato e sponsorizzato dal Club Perugia Host. La serata degli Auguri di Natale, molto affollata, come di consuetudine, ha consentito di raccogliere i primi fondi per il progetto “Giardino sensoriale” dedicato ai malati di Alzheimer da realizzarsi presso la struttura protetta di Fontenuovo di Perugia. In un interclub, sono stati raccolti i fondi per i Terremotati dell’Emilia Romagna. Una serata è stata organizzata presso la Pinacoteca sul tema “arte e solidarietà, con la suggestiva visita alla Galleria dell’Umbria. L’iniziativa, che ha suscitato molto interesse, è stata organizzata in collaborazione con la Sovraintendenza ai Beni Culturali. Era presente anche sua  Eccellenza l’Arcivescovo di Perugia e Città della Pieve, Monsignor Gualtiero BASSETTI. I fondi raccolti sono stati destinati alle Famiglie in difficoltà della Diocesi. Sempre molto partecipata ed emozionante è stata la serata dedicata al Teatro di Artemio Giovagnoni, illustre Artista e compianto Socio del nostro Club. Si è svolta l’Assemblea dei Soci per eleggere il nuovo Consiglio del Club per l’anno lionistico 2012 – 2013. L’incontro sul tema “La Terra vista dalla Stazione spaziale internazionale”, organizzato in interclub, presso la Sala dei Notari, con la partecipazione dell’esimio studioso Professor Battiston è stato considerato di altissimo livello e di profondo spessore culturale. Presso il Convento di Monteripido di Perugia, si è svolto l’incontro con il Dottor Clementi, responsabile raccolta fondi dell’UNHCR.  Successivamente, nell’Aula Magna di Palazzo Gallenga, sede dell’Università italiana per Stranieri, si è tenuto un incontro con le Comunità di Stranieri presenti a Perugia, nell’ambito del quale si è svolta una tavola rotonda, a cui ha partecipato la Professoressa Giannini, Rettore della stessa Università. La Charter Night, che si è svolta presso “Villa La Rocca” di Casalina, ha concluso l’importante anno lionistico.

ANNI 2006-2011

lbar

 Gianluigi Rosi

rosi

(Anno sociale 2010-2011)
Molti sono stati gli incontri che si sono svolti nel corso dell’anno sociale. Dopo l’Assemblea per l’approvazione del programma, un’iniziativa innovativa è stata quella di impegnare, sovente, gli stessi Soci ad introdurre e sviluppare temi di attualità. Si è parlato, infatti: nel primo incontro, Relatori i Soci Gigliotti e Colucci, del “mangiare bene e sano, per far bene allo stomaco”; nel secondo, con Gerli e Cappannini, “i bambini del premio Nobel mister Edwards”; con Gentile e la PM Manuela Commodi, degli aspetti riguardanti “le leggi e la giustizia”; con Cogliandro, del “ruolo dei Notai, con particolare riferimento al rapporto tra Notaio e Cittadino”; con Marchini e Paciullo su “chi decide il prezzo del grano e della farina e del pane!”; con Alberti, Pera ed il Professore Cotani “ma con questo nucleare cosa facciamo?” Successivamente altre iniziative hanno riguardato: “Man..gio..longa: non mangiamo bugie, ma cerchiamo la qualità”, con la Dott.ssa D’Alessandro, la giornalista di Repubblica Elvira Naselli e con Vitaliano Gaggi; molto significativa è stata l’iniziativa – introdotta per la prima volta, in quest’anno sociale – relativa al “Clementina Day”, con la degustazione e l’offerta ai Soci ed Amici dei Soci degli agrumi, fatti giungere direttamente dalle zone di produzione; nella circostanza è stata organizzata una serata danzante a tema sugli anni ’70. Il ricavato delle offerte è stato destinato al service nazionale Lions sulla Dislessia. Grande successo ha ottenuto la partecipazione del Club alla manifestazione “La Rosa dell’Umbria”, nella quale è stato premiato, fra gli altri, il Socio Paolo Brunetti. La tradizionale festa degli Auguri si è svolta presso il Castello di Monterone, con la partecipazione di numerosi Soci ed Ospiti. Su iniziativa del Leo Club di Perugia, il nostro Club ha partecipato alla riuscitissima inaugurazione delle “Postazioni informatiche” per studenti disabili della vista (progetto nazionale UNILEO 4 Light). Per la festa di Carnevale si è svolta una serata a tema su “La storia del disco in vinile”, insieme agli altri Club della Zona. Molto partecipata, come al solito, è stata la serata che ha riguardato la visita del Governatore Anselmi, ospitato, per l’occasione, a Villa Rocca di Casalina, gentilmente concessa dalla Fondazione per l’istruzione agraria. Nella circostanza, tenuto conto della specifica professionalità del DG, sono stati approfonditi temi riguardanti l’economia con particolare riferimento all’agroalimentare. Con l’intervento di Don Lucio Gatti, si è svolta, presso Villa Sacro Cuore, “una serata di cuore”. Il Cambio della Campana, nella Sala delle Colonne di Palazzo Connestabile della Staffa, all’interno del  LEO Club Perugia e del nostro Club, ha visto la presenza del Presidente del Consiglio dei Governatori; la circostanza è stata una felice occasione per l’ingresso di numerosi Nuovi Soci. Durante l’anno lionistico, sono stati destinati contributi per € 8.162, così suddivisi: € 1.000 per il monumento alla Pace della rotonda di Centova; € 600 al comitato per la Vita “Chianelli”; € 1.200 alla LCIF; € 500 al progetto GEMMA del Movimento per la vita; € 1500 per service nazionale sulla Dislessia; € 362, per Corso dei Docenti per il riconoscimento dei bambini dislessici; € 1.200 al progetto per la conoscenza del Jazz dei giovani studenti; € 500 all’Associazione Umbra Stomizzati ed Incontinenti; € 800 a favore dell’AILD, € 500 alle iniziative parrocchiali di Don Lucio Gatti.

lbar

 Gianluca Vinti

vinti

(Anno sociale 2009-2010)
Un Seminario per nuovi direttivi nell’incontro a Roma con il Governatore e il consiglio direttivo del club, tenutosi il 29 Luglio in una suggestiva cornice offerta dal segretario dott. Giovanni Alberti, aprono l’importante anno lionistico. Il 2 Ottobre l’assemblea ordinaria approva il bilancio e il programma operativo annuale. L’incontro con il sindaco di Perugia – presenti anche i Presidenti degli altri club del perugino – avvia il percorso che porterà alla realizzazione del monumento ai LIONS collocato nella rotonda dello svincolo di “Centova”, uno degli accessi più importanti per l’ingresso alla città di Perugia. L’affollatissimo meeting “sullo sport e tecnologia” – relatore il giornalista televisivo Giacomo Crosa – al quale hanno presenziato dirigenti provinciali e regionali di federazioni sportive e del Coni, ha inaugurato la stagione di dibattiti e approfondimenti sempre molto importati e fortemente partecipati. In un successivo incontro con relatore il dott. Stefano Rocca, dell’Istituto Modigliani, al quale è seguita la conviviale, è stato approfondito il tema delle nuove forme di marketing. “Mangiare bene per vivere meglio: menù della salute”, ha costituito il tema di un interclub organizzato con il L.C. Perugia Augusta Perusia. Il teatro Lirick di Assisi ha ospitato il service distrettuale (C.R.E.C. Ippoterapia), organizzato nell’ambito dello spettacolo “La rosa dell’Umbria”, per la raccolta fondi destinati ad interventi sociali. Nella serata dell’11 Dicembre è stata organizzata la cena degli auguri in collaborazione con i Leo. L’affollata tombolata ha consentito la raccolta di fondi destinati all’istituto serafico di Assisi (€ 850). Molto partecipato e spettacolare è stato il meeting organizzato presso la concessionaria De Poi; il tema trattato dal prof. Ing Carlo Grimaldi e’ stato: “Ferrari e champagne, motori fra scienza e passione”.  La Commedia – Teatro, il maresciallo Picilocchi, organizzata nei locali dell’istituto S. Martino, ha consentito di ricordare e commemorare l’amatissimo socio scomparso da qualche anno Artemio Giovagnoni. Il socio dott. Claudio De Fazio, con l’omaggio a “Salvatore Baratta – tutto cominciò a Fuorigrotta” ha consentito a tutti i soci e gentili ospiti di trascorrere un’allegra serata. Era presente anche il socio Gianni Baratta, figlio del grande autore musicista napoletano. Il 26 marzo è stata la volta dell’assemblea elettiva presso l’hotel Plaza. Il successivo 16 aprile, in una serata particolarmente suggestiva, il Governatore  Giampiero Peddis ha onorato, con la sua visita, il Perugia Host unitamente al Leo Club. Nella circostanza sono stati consegnati i riconoscimenti Melvin Jones ed ammessi nuovi soci, alcuni dei quali,  ex-Leo,  anche di sesso femminile. Infatti,  il Lions Club Perugia Host apre per la prima volta l’ingresso alle donne.   L’ interclub sul tema nazionale e distrettuale: “nuove forme di violenza nel mondo giovanile” con l’intervento della dott.ssa Simonetta Matone – capo gabinetto del ministro per le pari opportunita’ – hanno avviato a conclusione l’anno Lionistico che e’ terminato con il service nazionale sul tema: “come sfamare la popolazione mondiale”, con le relazioni del dott. Andrea Sonnino e il prof. Angelo Frascarelli. L’11 giugno 2010 si e’ tenuta la Charter Night con il passaggio della campana. La solenne circostanza ha consentito la presentazione di nuovi soci anche al Leo Club, nella splendida cornice del chiostro del complesso monumentale di Santa Giuliana. Nel frattempo, viene realizzato il monumento ai Lions di cui abbiamo fatto cenno, che verrà inaugurato nel corso dell’anno 2011. Particolarmente significativi gli Interventi nel sociale: Pro CREC € 900, provenienti da Rosa dell’Umbria, Pro Serafico di Assisi € 850 provenienti dalla tombolata, Pro Terremotati Haiti (LCIF) € 1.000 con proventi da raccolta fondi durante la festa di Carnevale, Pro rotonda Lions € 890.

lbar

 

 Ettore Giannone

giannone

(Anno sociale 2008-2009)
L’assemblea ordinaria che si è tenuta il 26 settembre presso il “Perugia Plaza Hotel” ha varato il probramma predispost dal consiglio per l’intero anno Lionistico. Molti sono stati i meeting interclub che hanno trattato i temi distrettuali e nazionali o comunque di grande interesse per la collettivita’. Infatti l’integrazione trai clubs di Perugia e della provincia è stato uno degli aspetti che hanno caratterizzato l’annata in questione. Molto interessante e partecipato e’ stato il meeting su “lo stalking: molestie e persecuzioni; come difendersi” con le relazioni di Giancarlo Salvadori della polizia di stato, di Massimo Buttarini psicologo e criminologo e di Pietro Cappannini avvocato. Nutrita e’ stata la partecipazione al service distrettuale della zona B e C, nel quale e’ stato trattato il tema: “i Lions per l’ambiente – un bosco per Perugia – “ svoltosi presso il centro Capitini. In altri meeting, organizzati sempre in interclub, sono stati affrontati i seguenti temi: “Lions perché!”; “una biblioteca ambientale”; “omeopatia” ed altri argomenti sempre di grande interesse. La tradizionale festa degli auguri e’ stata organizzata in collaborazione con i Leo club. L’occasione ha consentito la raccolta fondi a favore di TELETHON, attraverso la partecipatissima e divertente tombolata. Ospiti del “Sodalizio S. Martino” e´ stato organizzato il “teatro di Giovagnoni” con “I Promessi Sposi”. La circostanza ha permesso al club di ricordare con profondo affetto il proprio socio ARTEMIO GIOVAGNONI. L’ambiente e la ricerca di energie alternative e’ stato uno dei successivi meeting molto interessante e quindi molto partecipato. Dopo l’assemblea elettiva dei soci, convocata per il 13 marzo, si e’ svolto il meeting interclub sul tema di studio distrettuale e ha riguardato il “testamento biologico con le interessanti relazioni di: Emilio Biasini, Adriano Pischetola e di Mario Timio. Successivamente l’incontro con il Governatore Peddis, ha consentito a tutti i soci e agli ospiti di trascorrere una serata di amicizia e di altissimo livello sionistico. Affollata e’ stata la partecipazione soci del Perugia Host all’annuale assemblea dell’AILD e alla successiva visita del Governatore, organizzata unitamente al Leo club. Il 12 giugno si e’ svolta la Charter Night del Perugia Host e del Leo club con il conseguente passaggio della campana. Per gli interventi nel sociali e’ stata utilizzata una somma complessiva di € 4.625,00 di cui € 705, 00 a favore di Telethon, 730,00 destinata al service nazionale “fame nel mondo”; 730,00 al service distrettuale “bosco lion”; € 1000,00 per i terremotati d’Abruzzo; € 730,00 per il contributo AILD e € 730 al service “for children”.

lbar

 Stefano Degli Innocenti

innocenti

(Anno sociale 2007-2008)
Molto concentrato il programma del club in questo anno sionistico. Sono stati trattati temi di notevole interesse per la collettivita’ perugina ed umbra. L’assemblea ordinaria tenutasi il 26 settembre ha ratificato il programma annuale proposto dal consiglio direttivo. La stagione degli incontri, dei convegni e dei meeting e’ stata aperta con la trattazione di un tema di grande attualita’: “assistenza sanitaria in umbria – luci ed ombre”. Le relazioni sono state svolte dal dr. Di Loreto direttore dell’assessorato regionale alla sanita’; da Aldo Tracchegiani consigliere regionale e da Angelo Galofaro, rappresentante delle associazioni dei consumatori. Nel successivo meeting e’ stato approfondito il tema: “agricoltura, industria e cultura: ieri, oggi e domani”, relatori: Teresa Severini, Sara M. Chiellini e Paolo Rapanelli, noto costruttore di Macchine Olearie. “La via del cashmere: dal gregge al consumatore” relatore di eccezione Alvaro Brizi, operatore del settore a livello internazionale. La festa degli auguri, insieme al Leo Club di Perugia, ha costituito anche l’occasione per una affollata tombolata. Il ricavato e’ stato devoluto a favore del Sight First II. Organizzato in collaborazione con l’AILD e con l’AIDO, presso la Sala dei Notari si e’ svolto un importante seminario sul tema: “ trapianto delle cellule staminali – etica e rispetto della vita”, relatori: Mons. Elio Sgreccia, recentemente nominato cardinale, l’onorevole Carlo Casini, il prof. Angelo Vescovi e il prof. Paolo Brunetti. Nella circostanza e’stato consegnato il premio alla “cortesia”. Il 18 gennaio il primo meeting dell’anno solare si e’ svolto sul tema: “la musica e la cucina del 700”, hanno tenuto relazioni: Luca Arcese, Giovanni Brugnami, Mauro Businelli e Paola Ceccarelli per la musica, Andrea Sposini per la cucina. La festa di carnevale e’ stata organizzata insieme ai lions della zona B e C della IX circoscrizione. La raccolta di fondi e’ stata destinata al serice nazionale “acqua per la vita: obiettivo Africa”. Al teatro Pavone si e’ svolta la rappresentazione di una commedia dialettale in ricordo del socio lion Artemio Giovagnoni, i fondi raccolti sono stati destinati al sodalizion S. Martino. In collaborazione con i clubs delle zone B e C e’ stato organizzato l’incontro – meeting – sul tema nazionale “dignita’ e diritti del mondo dei minori: rischi e abusi di internet e psicofarmaci”. L’11 aprile si e’ svolta la tradizionale visita del Governatore; l’incontro e’ stato organizzato unitamente al Leo club di Perugia. Il 19 Aprile si e’ svolta una tavola rotonda sul tema: “acqua per la vita” relatori: prof. Ubertini, dr. Unver, dr. Zucchini e dr. Bottini. Il 3 maggio e’ stato formalizzato il gemellaggio con i lions club “Barcellona Pozzo di Gotto (ME)”. La solenne occasione e’ servita anche a presentare e ammettere nuovi soci. La “casa di accoglienza di Cagliari” e’ stato il service distrettuale organizzato con i clubs delle zone B e C. Sempre con gli stessi clubs il 14 giugno si e’ svolto il meeting sul tema di studio distrettuale “ambiente e salute”. Il 20 giugno e’ stata celebrata la Charter Night con il passaggio della campana e con l’ammission di altri soci. Sono stati effettuati i seguenti interventi nel sociale: € 1.080,00 per l’AILD, € 1.000,00 per il sodalizio S. Martino, € 2.680,00 per il Sight First II, € 1.250,00 per la casa di riposo di Fontenovo, € 1.250,00 per cassa di assitenza di S. Enea. Altri interventi minori hanno riguardato l’ALIR, la casa di accoglienza di Cagliari e il service del Governatore. Il totale complessivo degli interventi e’ stato di € 8.390,00

lbar

 Paolo Brunetti

Brunetti

(Anno sociale 2006-2007)
Il secondo mandato alla presidenza del Club conferito al Prof. Paolo Brunetti – voluto a gran voce – dall’assemblea dei soci – dopo la celebrazione del cinquantennale di vita del  sodalizio, ha consentito di realizzare e completare un programma di alto profilo nel consolidato spirito lionisitico. Dopo il primo meeting su: “gli appartamenti dei Borgia” con il prof. Franco Nucciarelli, si è svolta l’assemblea ordinaria per l’approvazione del programma annuale. Con la collaborazione – sul piano organizzativo – del Perugia Host, è stato celebrato, con notevole successo, presso il Golf Hotel, il primo gabinetto distrettuale del Governatore. Nell’affollato meeting del 2 Ottobre, al quale ha partecipato il “maestro Giulio Rapetti” – in arte Mogol – è stato approfondito il tema: “l’importanza della cultura popolare nell’evoluzione o involuzione della gente”. L’assemblea straordinaria svoltasi nell’autunno ha esaminato il nuovo statuto tipo del club e il regolamento attuativo. Nel successivo meeting è stata degustata, presso l’hotel La Villa, la cucina preparata con lo zafferano, produzione nuovamente in espansione in Umbria; relatore: prof. Curgonio Cappelli; agli onori di casa ha provveduto il socio Vitaliano Gaggi. A dicembre si è svolta, in collaborazione con il Leo Club, la tradizionale festa degli auguri, nell’ambito della quale è stata organizzata una tombolata, il cui ricavato è stato devoluto al service internazionale SIGTH FIRST. L’intermeeting con il Soroptimist Perugia, organizzato presso il sodalizio di San Martino, ha consentito, ancora una volta, ai numerosi soci ed ospiti di trascorrere un’allegra serata con il teatro dell’amato socio Artemio Giovagnoni. Il ricavato è stato destinato al service distrettuale “SOSPE”. All’hotel Brufani, in collaborazione con l’accademia del peperoncino presieduta dal PDG Aldo Villani, sono state dibattute le virtu’ di questo prodotto. Hanno svolto le relazioni i professori: Biagi, Fantozzi e Frascarelli. E’ intervenuto il dott. Augusto Bocchini (Presidente di Confindustria). Il teatro Pavone di Perugia ha ospitato l’interclubs – affollatissimo – su “Elisa di Rivombrosa – dietro le quinte di un successo”, incontro con il cast. Sempre con gli altri clubs della zona di Perugia, è  stato affrontato il tema di studio “gli immigrati fra noi: la parola ai protagonisti”. Molto partecipata è stata la festa di Carnevale, organizzata insieme agli altri club delle zone B e C. Con le relazioni dei professori: Frenguelli, Tassini, Mazzotta, Donti e del Dr. Romagnoli è stato discusso l’interessante tema: “mai più bambini sordi”. Alla sala dei Notari si è svolto, sempre in collaborazione con i clubs delle zone B e C, il convegno sull’argomento di massima attualita’: “immigrazione e diritti civili”; relatori i professori Segatori, Volpi e mons. Nozza, direttore della Caritas italiana e con la presenza dell’assessore del comune di Perugia Capaldini. L’assemblea elettiva si è’ svolta presso il Perugia Plaza Hotel il 13-04-2007. Tutti i clubs della nona circoscrizione hanno partecipato al Musical organizzato presso il teatro Lirick di Assisi, a favore del service internazionale Sight First. In occasione della visita istituzionale, il Governatore si è complimentato per il nutrito ed impegnativo programma portato a termine dal club. L’argomento del minimetro’: “una innovazione epocale nella mobilita’ perugina”, molto sentito dai cittadini, è stato affrontato nel successivo meeting. Sono intervenuti il sindaco di Perugia Locchi, l’amministratore delegato Spinelli e il vice-presidente Marazziti. Nutrita è  stata la partecipazione del Perugia Host al congresso nazionale svoltosi a Fiuggi. Nel monumentale complesso di Santa Giuliana è stato celebrato il 51° anniversario della Charter Night con il cambio della campana. Alla manifestazione ha partecipato anche il Leo Club. Il 17 giugno, presso la Sala dei Notari è stata estratta la seconda lotteria cittadina a favore del service destinato alla costruzione di una falegnameria nel Malawi, realizzato in collaborazione con gli altri Lions Club del perugino e della  Diocesi di Perugia. Ai circa 28.000 € raccolti con le lotterie organizzate con la Società Publisan, si sono aggiunti circa 15.000 € derivati da donazioni ricevute da enti pubblici e privati per complessivi 43.000 € sufficienti a coprire la maggior quota del costo richiesto dalla costruzione dell’edificio. Altre risorse sono state dedicate a:  Sight First € 3940,  Sospe di Suor Paola (service distrettuale) €  1325, Casa di riposo Fontenuovo  € 1000 e ad altri minori interventi.

ANNI 2001-2006

 

 Paolo Brunetti

Brunetti

(Anno sociale 2005-2006)
Particolarmente impegnativo l’anno lionistico in cui, tra l’altro, ricorreva il cinquantenario della costituzione del Club. Dopo la partecipazione dei Dirigenti al Seminario distrettuale di Ostia e alle riunioni delle cariche tenutosi a Perugia si è svolta l’Assemblea ordinaria per l’approvazione del programma annuale delle attività. Il primo importante meeting – interclub con tutti i Clubs delle zone B e D – ha riguardato il service sul progetto a favore del “Malawi”; ancora un meeting sulla cooperazione internazionale e successivamente è stato dibattuto il problema del “Diabete Mellito”; uno specifico meeting è stato dedicato alla sicurezza nella città di Perugia. Con la partecipazione del Magnifico Rettore, Prof. Bistoni, si è parlato della Università di Perugia e dei suoi sviluppi in occasione dei 700 anni dalla fondazione. In una Assemblea straordinaria è stato approvato il nuovo Statuto. Nutrita è stata la partecipazione dei soci all’Assemblea annuale dell’AILD ed al tradizionale incontro con il Teatro di Artemio Giovagnoni. Gli eventi più attesi dell’anno hanno riguardato la donazione di alcune opere di “Leonardo Da Vinci” all’Università di Perugia da parte del socio Franco Checcarelli; la lotteria di beneficenza a sostegno del progetto per il Malawi; le celebrazioni del cinquantenario del Club con la manifestazione conclusiva alla storica Sala dei Notari. Nel sociale sono stati effettuati i seguenti interventi: euro 1.000 all’AILD; euro 1.000 al SIGHT FIRST; euro 1.000 al Villaggio SO.SPE. “Casa della Speranza” di Suor Paola; al libro parlato euro 125; per il progetto del Malawi, oltre alla partecipazione alla raccolta fondi attraverso la lotteria, il Perugia Host ha versato un contributo di euro 2.025; per il service del Governatore il contributo elargito è stato di euro 200.

lbar

 Mario Timio

(Anno sociale 2004-2005)
I temi affrontati dell’anno sociale sono stati di grande attualità. Dopo la premiazione ai vincitori del concorso per la poesia organizzato dai Leo Club, è stato affrontato in uno specifico meeting: il tema “I giovani e lo sport”, si è discusso successivamente della realtà dell’AILD con l’intervento del P.G. Aldo Villani e con l’intervento del P.G. Renato Palumbo dell’attività del lionismo: “pianta ornamentale o patata?”; si è svolta la tradizionale rappresentazione teatrale di Artemio Giovagnoni e quindi dopo la visita del Governatore, sono stati trattati in successivi interclub i temi riguardanti: notizie di guerra o guerre di notizie (la guerra in Afganistan ed in Iraq) con la partecipazione di giornalisti della RAI e di altre testate, quindi si è parlato ancora, dopo il successo dell’anno precedente per volontà del Governatore Palombo, dell’infanzia negata, del successo del lionismo nella vaccinazione di alcune centinaia di migliaia di bambini del Terzo Mondo. Durante l’anno sociale si è proceduto alla consegna del finanziamento al Serafico di Assisi ottenuto con il programma triennale realizzato negli anni 2001–2002, 2002-2003, 2003-2004 Presidenti Fringuelli Antonio, Paganelli Giulio, Gianfranco Eugeni, per un importo totale di euro 4.660,00. Gli interventi dell’anno hanno riguardato: Service Kerala, contributo a favore del Monastero di S. Leonardo, sostegno finanziario agli anziani di Sor Geltrude di Sant’Elena, per un importo di euro 3.300,00.

lbar

 Gianfranco Eugeni

(Anno sociale 2003-2004)
Il programma approvato dall’Assemblea ha avuto inizio con la trattazione della condizione giuridica del “fanciullo” con l’intervento dell’Avvocato Terranova. Nei successivi meeting si è discusso: la riforma della istituzioni tra Stato e Regioni; la riorganizzazione dell’Università di Perugia con l’intervento del Magnifico Rettore; l’approfondimento dello stato dell’ “arte e monumenti” a Perugia con l’intervento della Sovrintendente Dr.ssa Garibaldi; il teatro del socio Giovagnoni è stato ancora una volta motivo di attrazione di tanti soci accompagnati da numerosissimi ospiti. Particolare attenzione organizzativa è stata riservata al Service “Infanzia negata” voluto insistentemente dal Governatore Renato Palumbo. Con una manifestazione al Teatro Lirik di Assisi, alla quale hanno partecipato numerosi soci ed invitati, è stato possibile offrire un contributo significativo per la vaccinazione dei bambini del Terzo Mondo. La visita del Governatore, essendo socio del Club Perugia Host, in questo annata ha assunto un particolare significato. Per il sociale, oltre alla partecipazione al progetto triennale a sostegno del Serafico di Assisi avviato con i Presidenti Fringuelli e Paganelli, sono stati effettuati per un importo di euro 4.800,00 i seguenti interventi: contributo a favore dell’LCF; sostegno all’AILD; contributo per l’Infanzia negata; acquisto strumenti per la Croce Rossa Italiana; collaborazione con lo speciale Olimpice.

lbar

 Giulio Paganelli

(Anno sociale 2002-2003)
E’ stato un anno di grande interesse per il Club e per il Lionismo umbro, con la elezione, tra l’altro, del socio Renato Palombo alla carica di Governatore. Si è verificata una proficua integrazione tra i Club locali che ha consentito la organizzazione di numerose iniziative interclub. L’Assemblea dei soci ha deliberato il programma predisposto dal Consiglio. L’anno sociale è stato aperto con una tavola rotonda presieduta dalla giornalista Angela Buttiglione – Direttore della TGR e che ha visto la partecipazione di tutti i direttori delle testate giornalistiche e radiotelevisive umbre sul tema Come raccontare l’Italia, I giovani e la droga, Interclub con la partecipazione di Don Gelmini e numerose autorità civili, religiose e militari; Il Medioevo con parole mie con l’intervento del conduttore radiofonico Umberto Broccoli; Perugia una città più vivibile e più sicura con la partecipazione del Sindaco di Perugia Locchi, del giudice Cenci, del giornalista Bertoldi ed altri; Giovani: conoscere i problemi con la partecipazione del Magnifico Rettore dell’Università di Perugia; Conoscenza e valorizzazione dei prodotti umbri con a seguire cena di beneficenza offerta dalla Grifo Latte e con la partecipazione dell’Assessore all’Agricoltura Bocci; riuscitissima è stata la visita del Governatore il quale ha dato atto della importanza del programma in attuazione. Grande risonanza ha avuto a livello cittadino il Service distrettuale realizzato in Interclub sulla donazione del sangue del cordone ombelicale con l’intervento straordinario della banda dell’Arma dei Carabinieri grazie all’impegno del Generale Faliero Buscaglia Presidente del Club Perugia Concordia. Diversi gli interventi nel campo del sociale aggiuntivi alla programmazione triennale a sostegno del progetto a favore del Serafico di Assisi. Nell’arco dell’anno sono stati realizzate – per un importo complessivo di € 3.420,00 – le seguenti interventi: Comunità Incontro di Don Gelmini, partecipazione a Telethon, interventi per la donazione del cordone ombelicale, contributo all’associazione Lions CRI, sostegno al progetto dell’AILD.

lbar

 Antonio Frenguelli

(Anno sociale 2001-2002)
L’Assemblea dei soci per l’approvazione del programma e per la trattazione dei vari aspetti organizzativi ha aperto l’anno sociale i cui avvenimenti ed iniziative sono stati di notevole livello grazie al “disinvolto” e forte impegno del Presidente che gli ha fatto meritare l’appellativo di “scapigliato”. Gli argomenti trattati con l’intervento di autorevoli personaggi sono: L’euro questo sconosciuto; Progetti innovativi per il centro storico di Perugia; La società degli invidiosi con l’intervento del Prof. Denardis; La bella e la bestia – interventi di chirurgia plastica; Il cordone ombelicale trattato in un Service interclub; Trauma cranico; Giustizia e giudice oggi con l’intervento del Dr. Martone; Il collezionismo di argenti antichi con l’intervento di un esperto della gioielleria Gucci; Il cachemire visto dall’imprenditore Brunello Cucinelli con una lotteria di beneficenza; molto solenne è stata la visita del Governatore alla quale hanno partecipato la quasi totalità dei soci e numerosi ospiti. Gli interventi nel sociale, per un importo complessivo di €. 3.500,00 hanno riguardato: beneficenza pro Unicef; sostegno alle associazioni LCIF e AILD; Amici del Malawi e adozione a distanza. E’ stato anche istituito un fondo per un progetto triennale da realizzare per un intervento considerevole a favore di una struttura umbra che ospita bambini diversamente abili.

ANNI 1996-2001

 

 Antonio Ignagni

(Anno sociale 2000-2001)
Si è svolta regolarmente l’Assemblea dei soci per l’approvazione del programma e l’anno sociale è iniziato con l’approfondimento di temi di grande rilevanza. In modo particolare sono stati approfonditi i seguenti argomenti: La malattia del secolo: il tumore; Il diritto dei conflitti armati nelle varie aree del mondo; Rilancio e potenziamento del Leo Club; L’occupazione giovanile in Umbria con la partecipazione del Presidente della Giunta regionale Maria Rita Lorenzetti; Infanzia serena – quali iniziative?; Riorganizzazione e riassetto dell’Università a Perugia ed in Umbria; Sorella acqua: conoscerla per salvarla (Service in interclub). Particolare interesse nel corso dell’anno è stato riservato al poster della pace. Di ciò ne ha dato atto il Governatore in occasione della visita al Club. Anche la commedia di Artemio Giovagnoni ha suscitato, come negli anni precedenti, particolare interesse dimostrato con una ampia partecipazione. Significativi sono stati gli interventi nel campo del sociale per un importo globale di L. 12.100.00 ed hanno riguardato: contributo per l’addestramento dei cani guida Lions; residenza Fontenovo di Perugia; residenza anziani San Martino; l’AILD; contributo a favore di un soggetto paraplegico; partecipazione all’acquisto di un pulmino per bambini di Cernobil; sostegno alle popolazioni alluvionate della Valle d’Aosta; contributo al Leo Club di Perugia; fondi per il terremoto dell’Umbria.
lbar

 Antonio Margiotta

(Anno sociale 1999-2000)
Nel puntuale adempimento del dettato statutario si sono svolte le assemblee dei soci ed è stata solennemente preparata la visita del Governatore. Sono stati organizzati i service distrettuali e trattati i temi di studio nazionali. Nei meeting sono stati affrontati argomenti importanti che hanno suscitato l’interesse dei soci e degli ospiti. Particolarmente cordiale è stato l’incontro con il Club gemellato di Perouges. I temi più seguiti sono stati: Infanzia serena e tutela dei minori; Sport tra mito e realtà; Giubileo: la centralità della famiglia. Sempre molto partecipato è stato il teatro di Artemio Giovagnoni. Nel campo sociale sono stati effettuati i interventi per un importo totale di L.7.500.000: contributo a favore di soggetto paraplegico; sostegno per la nascita dei 6 gemelli avvenuto presso l’Ospedale del capoluogo umbro; finanziamento per n. 3 borse di studio; contributo per il terremoto della Turchia; intervento a favore di ragazzi bisognosi di Città di Castello; intervento a sostegno del Lions Libro Parlato di Verbania.

lbar

 Beccarini Rag. Guido

(Anno sociale 1998-1999)
Molto nutrito è stato il programma approvato dall’Assemblea dei soci e che puntualmente è stato realizzato nel corso dell’anno. In particolare sono stati sviluppati i seguenti argomenti: Il Lionismo nel terzo millennio; Il dopo terremoto in Umbria (eventi sismici iniziati nel settembre 1997); Service distrettuale sul “Difensore civico” con gli interventi dei soci – senatore Giorgio Casoli e del Consigliere regionale Giulio Paganelli; La riorganizzazione della sanità in Umbria nella prospettiva del Polo Unico Ospedaliero; L’agricoltura umbra nella Unione Europea; La sicurezza del cittadino con la prestigiosa partecipazione del Vicecomandante Generale dell’Arma dei Carabinieri – Gen. Giorgio Cancellieri; Mi manda RAI 3 con la presenza del giornalista Dr. Marrazzo; Ambiente quale futuro?. Gli interventi sociali hanno riguardato: contributo alla Diocesi di Perugia a favore dei bisognosi; sostegno alla Associazione Alitemo di Cagliari; aiuti a Boaco (Nicaragua) tramite il Comune di Perugia; interventi a favore delle popolazioni colpite dalla frana di Sarno tramite il locale Lions Club; consistente contributo all’AILD. L’importo complessivo all’uopo destinato è stato di L. 8.909.000.

lbar

 Severo Ottaviani

(Anno sociale 1997-1998)
Dopo lo svolgimento dell’assemblea – convocata ai sensi dello Statuto – e la tradizionale visita del Governatore, l’anno sociale è stato ricco di iniziative e molti sono stati i temi approfonditi nei meeting e service organizzati: L’uomo fra mito arte e società; Privacy e diritto di cronaca; La storia della famiglia Baglioni di Perugia; Excursus sugli artisti perugini; Diritto alla vita e carta costituzionale con l’intervento del Prof. Antonio Baldassarri; Tavola rotonda sulla Criminalità e tutela del cittadino; Il teatro di Artemio Giovagnoni è stato molto partecipato ed apprezzato. Gli interventi nel campo del sociale, per un importo complessivo di L 12.251.200, hanno riguardato i seguenti settori: ristampa del libro della Chiesa di San Prospero; contributo all’associazione Lega del Filo d’Oro di Osimo; donazione di una macchina da cucito alla casa ospitalità anziani di Fontenovo; contributo al centro Aiuto alla Vita; concessione di due borse di studio a giovani studenti alla memoria dei soci scomparsi Calogero Vinti e Mario Gerli.

lbar

 Antonio Catani

(Anno sociale 1996-1997)
Dopo l’Assemblea dei Soci per l’approvazione del Programma, nei meeting e nei service sono state organizzate numerose iniziative e trattati i seguenti temi: quale lionismo?; racconti della terra Umbra; la viabilità a Perugia e zone limitrofe; la visita del Governatore in interclub con Fonti di Veggio; giornata della Tiroide; presentazione del libro “Prevenzione incendi”; festa degli auguri; Service scambi giovanili (ospitalità per due australiane per giorni sette); malattie reumatiche; presentazione del libro “Addio giovinezza”; l’economia dell’Umbria; assemblea per la elezione delle cariche; presentazione del libro “L’ospedale grande di Perugia”; Service sulla “Scuola sicura”. Nel campo del sociale – per un importo complessivo di lire 23.901.900 – sono stati realizzati i seguenti interventi: acquisto di un PC per un ragazzo cerebroleso; restauro frammento affresco XV secolo Chiesa di S. Prospero; impianto di allarme nella scuola media di S. Paolo; Casa accoglienza Lions di Cagliari; acquisto audiolibri per sezione non vedenti di Perugia; interventi per la Casa ospitalità anziani di Fontenovo; contributi all’AILD.

ANNI 1991-1996

 

 Rino Petronilli

(Anno sociale 1995-1996)
L’anno 1996 ha visto il Club compiere i 40 anni di vita ed il Presidente, con alcuni Soci più attivi, ha portato a termine per la prima volta un’opera non indifferente (125 pagine) “Il Lions Club Perugia Host – Quaranta anni dalla sua fondazione” a cura del socio Mario Pitzurra. E’ questo un documento che rimarrà nella storia del Club, per l’esposizione chiara, per la presentazione, per la completezza e per la bibliografia, che conferiscono alla pubblicazione la dignità di opera libraria e ne rendono l’uso facile e completo. L’anno lionistico si è svolto come sempre all’insegna degli incontri in cui sono stati trattati vari temi: dalla “Tangentopoli nello stato di diritto” al “Collezionismo di argenti di Bulgari”, dalla “Nascita, vita e morte delle stelle” alla “Canzone napoletana degli anni 50”, dal “La nostra vecchia Perugia” ai “Diritti dei Consumatori”, da “Masaccio, pittore senza ornato” a “Uomini veri per vincere la leucemia”. Il Club ha dato contributi in denaro per la Biblioteca Multimediale dell’Unione Italiana Ciechi, per la costruzione di una clinica pediatrica in Albania (Service Nazionale), per la costruzione di una casa di accoglienza per malati oncologici e le loro famiglie a Cagliari (Service distrettuale), e ha donato un sistema di allarme per le emergenze alla Scuola Elementare “Gabelli” di Case Bruciate.

lbar

 Piero Toraldo

(Anno sociale 1994-1995)
L’anno si è caratterizzato per aver perseguito l’obiettivo di incidere globalmente nel sociale, a diretto contatto con le istituzioni, come ribadito dal Congresso Straordinario di Rieti, che ha voluto sottolineare l’ormai necessario passaggio dell’associazione da movimento di opinione a movimento di pressione. Tali principi sono stati concretizzati in service di notevole rilevanza sociale come la diffusione con pubblico dibattito dello Statuto Comunale agli studenti delle Scuole Superiori; l’organizzazione di un Convegno sul tema nazionale di studio “I giovani ed il loro futuro nell’europa dei popoli” partecipato da politici e da autorità lions; la presentazione nei tradizionali meetings dei tre progetti operativi Famiglia-Scuola-Sanità. Nella convinzione che la ricostruzione della Società, dopo Tangentopoli e la crisi dei valori morali, debba ricominciare dalle fondamenta. Sono state attuate iniziative importanti a favore della comunità, come un progetto triennale di spesa, per un importo di 15 milioni di lire, per il rinnovo delle strumentazioni e dell’impianto
di insonorizzazione della Biblioteca Multimediale dell’Unione Italiana Ciechi di Perugia, verso la maggiore diffusione del Libro Parlato. Nel quadro del Progetto Scuola Sicura si è dotata la Scuola Elementare “Ciabatti” di un sistema di allarme utilissimo in caso di sgombero per emergenza. Nell’ambito dei Service Distrettuale “Obiettivo Anziani” è stata consegnata all’Istituto di Gerontologia e Geriatria dell’Università di Perugia una strumentazione informatica per la gestione delle Residenze Assistenziali Sanitarie per Anziani. Infine, allo scopo di poter finanziare varie iniziative di solidarietà, come le adozioni a distanza ed il contributo economico alle popolazioni alluvionate del Nord Italia, è stata organizzata una sottoscrizione interna a premi pienamente riuscita dal titolo: “Fa che il sole risplenda per tutti” Il numero dei soci è stato incrementato.

lbar

 Claudio De Fazio

(Anno sociale 1993-1994)
Sotto gli auspici e l’incoraggiamento del Governatore Antonello Tondo (insieme al quale il Club si è fortemente impegnato per la lotta alla cecità nel mondo), il 38° anno del Club si svolto su due grandi direttrici: la prima riguardante alcuni aspetti della nostra città ed un’altra rivolta alla più stretta e coinvolgente attualità. Ci siamo soffermati su pagine di storia passata, come Goldoni a Perugia, i vecchi alberghi cittadini, il nuovo Piano Regolatore. Abbiamo poi spaziato sulla nuova riforma elettorale, sul possibile ed auspicabile ritorno al nucleare, sulle manipolazioni genetiche, sulla criminalità minorile, in un mondo che va verso il XXI secolo. Non sono mancati momenti di disimpegno come quelli sull’Amore, su Gioacchino Rossini, sulla Gastronomia. La presentazione del libro: “Archi, Porte e Palazzi di Perugia” scritto da due nostri soci, è stato il fiore all’occhiello di tutta l’annata lionistica.

lbar

 Renato Giannini

(Anno sociale 1992-1993)
Si è avviata la stampa dei libro “Archi, Porte e Palazzi di Perugia”, edito dalla Benucci Editore – Perugia. L’opera, scritta da Mario Pitzurra e Alessandro Trabalza, propone alla attenzione quei monumenti di valore storico-ambientale che hanno caratterizzato nel tempo la vita sociale, architettonica ed urbanistica della città di Perugia. Sono state apposte altre targhe in bronzo ad altri monumenti della città, con le informazioni essenziali. Sono stati adottati per due anni, tramite il Centro Internazionale per la Pace fra i Popoli, due bambini: Pinto Ramirez Aida Amparo (Colombia) e Addlam Daveen (Zambia). Nel quadro della realizzazione del “Progetto per la sicurezza degli
edifici scolastici” sono state attuate prove pratiche di sgombero ed è stato acquistato ed installato in una scuola cittadina un impianto di allarme del valore di due milioni di lire. E’ stato versato un contributo di Lire 4.000.000 per la campagna Sight First.

lbar

 Rocco Asselta

(Anno sociale 1991-1992)
E’ stata dedicata particolare attenzione alle decisioni scaturite dai Congressi Nazionale e Distrettuale. Per il tema “Ama di più la tua città” è stata tenuta una conferenza sulla cinta delle mura etrusche di Perugia (relatore il prof. Mario Torelli), cui è seguita la decisione del Consiglio di proseguire nella applicazione di targhe ai palazzi della città. In tema di trasparenza amministrativa e di difesa contro la criminalità sono state tenute due interessanti conferenze dal prof. De Robertis (Presidente di Sezione del Consiglio di Stato) e dal Socio Senatore Giorgio Casoli. E’ stato dato un contributo di tre milioni alla manifestazione Telethon ’91. In tema di proposte, è stata lanciata l’idea di istituire in Umbria, alla stregua delle altre regioni, un servizio di soccorso aereo. A questo proposito si è tenuta una conferenza sul tema: “Soccorso aereo. Il Contributo dell’aeronautica militare” (Gen. di S.A. Taccio e Col. Pil. Daniele Tei). Si è tenuto inoltre un convegno per il mantenimento dell’Ospedale Militare di Perugia che non ha avuto successo, il complesso essendo stato ristrutturato per altre funzioni. A illustrazione dell’antica Università cittadina, è stato tenuto un convegno sul tema “Studium Generale Civitatis Perusii” (Mario Pitzurra e Calogero Vinti). stata organizzata una serata in onore della Guardia di Finanza con proiezione di un film. Vengono ripresi i contatti con il Club gemellato di Pérouges: l’incontro si svolge a Napoli ed a Capri. L’attività operativa si conclude con una prolusione del Socio Mario Pitzurra al Corso di lezioni dell’Università della terza età a Pineto degli Abruzzi.

ANNI 1986-1991

 

 Enrico Gigliotti

(Anno sociale 1990-1991)
E’ l’anno del Governatore Aldo Villani, nostro socio: il Club si è sentito impegnato in un adeguato sostegno alle sue iniziative e in particolare all’A.I.L.D. E’ stato scelto un tema specifico come guida alle attività: “Conosci la tua città per amarla sempre di più”. Ne sono stati testimonianza i meetings destinati ai problemi della economia, alle caratteristiche artistiche ed architettoniche di Perugia e dell’Umbria
(apposizione di targhe ai palazzi, meeting sullo stile Liberty a Perugia). Non sono mancati incontri dedicati a specifici problemi di carattere sociale (i problemi dell’infanzia, il sostegno al Comitato per la Vita, i doveri dei Cittadino nei confronti dello Stato). Particolare attenzione è stata dedicata all’attività del Leo Club che, con la Presidenza di Letizia Mezzasoma, si è confermato Club di notevole livello. 1 rapporti con gli altri Club cittadini sono stati particolarmente curati con frequenti incontri.

lbar

 Fedele Sorcetti

(Anno sociale 1989-1990)
Si è ottenuta la qualifica “Host” per il club: riconoscimento di una primogenitura che siamo impegnati ad onorare in ogni circostanza. Collegialmente con altri Clubs perugini è stato acquistato un pulmino per la casa di ospitalità per anziani di Fontenovo. Sulla fiancata à stato scritto: “Dono dei Lions Club di Perugia”. Il 17 marzo 1990 è stato inaugurato ufficialmente un primo lotto di targhe bronzee apposte a palazzi di Perugia. E stata realizzata una gita sociale particolarmente riuscita a Vigna di Valle, sul Lago di Bracciano, per visitare il Museo Storico dell’ Aeronautica Militare.

lbar

 Luciano Agostini

(Anno sociale 1988-1989)
Un meeting è stato dedicato al Magistrati del Centro Studi Severini. Cristiano Dominici ha parlato del carcinoma della mammella. stato donato un televisore al Centro di Riabilitazione dell’U.L.S. di Perugia. E stata organizzata una gita in Maremma a visitare lo Stato dei Presidi di Carlo V Imperatore.

lbar

 Stefano Corsano-Leopizzi

(Anno sociale 1987-1988)
L’attività del Club ha avuto i suoi momenti più importanti in un interclub con il Lions Club Perugia Volumnia e con il Rotary su ‘La viabilità a Perugia nel 2000″: in una gita a Roma in occasione della mostra di Van Gogh ed in una serata al Lago Trasimeno in onore dei soci del Lions Club di Pérouges con noi gemellato. E’ stato tenuto a battesimo il Leo Club Perugia. E’ stato dato un aiuto in moneta ad un bimbo di Catanzaro affetto da leucemia. Nei meetings si sono trattati argomenti attuali: “L’industria verso il Duemila” (Ing. Rodolfo Peroni); “Le risorse energetiche” (Prof. Chiaccherini, Università La sapienza, Roma); “Il Libro Parlato” (Mario Pitzurra); “I1 Conservatorio Musicale Francesco Morlacchi di Perugia” (Maestro Giuliano Silveri), cui ha fatto seguito un concerto pianistico. Si è iniziato il service di opposizione delle targhe ai palazzi di Perugia.

lbar

 Antonio Salvatore

(Anno sociale 1986-1987)
E’ stato un anno intenso. I meetings hanno proposto temi di alto interesse: “La Perugia del tempo di Marianna Florenzi Waddington” (Dante Claudio Spinelli); “Antichità e monumenti dell’Umbria. Conservazione e restauro” (Sen. Giorgio Spitella); “Amnesty International e la difesa dei diritti fondamentali dell’uomo” (Catia Benedetti); “Il cittadino e l’informazione” (Gianni Letta); “Energia e problemi energetici: discutiamone insieme” (Giulio Alberti); “La situazione degli anziani in Umbria ” (Antonio Fulci). Il Club ha partecipato allo svolgimento del Convegno sul tema distrettuale di studio: “La rilevanza sociale dell’impresa ” Giorgio Caini ha raccontato: “Parliamo un po’ di Jazz” ed ha organizzato un concerto jazz eseguito da un quartetto di Pescara. Il Socio Artemio Giovagnoni ha messo su una recita di poesie dialettali e la presentazione di una sua commedia “La corriera per Montefiorito” per la raccolta di fondi da destinate alla beneficenza. Altri fondi si sono raccolti con un concerto realizzatocon i Lions Clubs Augusta Perusia e Perugia Volumnia. Si sono potuti così consegnare a tre Istituti di Perugia (Fatebenefratelli, Opere Pie Donini e Fontenuovo) ed al Centro di Aiuto per la Vita medicinali, sedie a rotelle, carrelli porta biancheria, apparecchi per la prova udito; oltre a dolciumi e generi di corrente necessità. Con gli stessi Clubs Perugini è stata raccolta moneta per un premio a “La mamma esemplare”. E’ stato presentato il libro di Artemio Giovagnoni “Stoj”: ricordi della guerra sul fronte jugoslavo. Si sono reiterati gli incontri con gli studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria per l’orientamento nella scelta della Facoltà. Si è avviata la ricostituzione del “Leo Club Perugia”. La gita sociale ha avuto come meta la Jugoslavia.

ANNI 1981-1986

 

 Giulio Alberti

(Anno sociale 1985-1986)
L’anno è improntato ad un maggiore coinvolgimento di tutti i Soci alle attività del Club. E’ stato inviato un questionario per sondare la disponibilità e i suggerimenti di ognuno. Le risposte, numerose e di elevato interesse, hanno consentito di affidare a quattro di loro altrettanti meetings: “La salute oggi e domani”(A. Seppilli): “Perugia verso il 2000” (G. Casoli, Sindaco di Perugia); “La poesia degli ex voto” (L. Agostini); “Sesso ed evoluzione: due misteri, un’unica legge biologica generala” (F. Sorcetti). Altre conferenze sono state di grande interesse: “Arte e Scienza” (P. Parrini); “Vedere l’infinitamente piccolo” (G. Mantovani); “Progetto Leonida” (E. Lustrissimi). Si sono tenute riunioni interclub: con Perugia Volumnia, con Assisi. Quest’ultimo, di livello internazionale, è stato intitolato a “L’ Europa per la pace nel mondo” In collaborazione con l’AIDO è stato organizzato a Perugia un “Convegno nazionale sulla donazione degli organi” Si sono dati contributi ai terremotati del Messico ed al progetto distrettuale sulle cardiopatie. t stato sponsorizzato il primo Lioness Club della città intitolato “Augusta Perusia”. Per onorare il trentennale dalla sua nascita, il club si è impegnato in opere di rilievo: la conclusione dell’intervento per il sagrato del Tempio di San Michele Arcangelo e del restauro di un dipinto murale nella Chiesa di Sant’Agata; la pubblicazione di una memoria a stampa di quanto è stato fatto nei trenta anni trascorsi.

lbar

 Franco Checcarelli

(Anno sociale 1984-1984)
Il Presidente si astiene, alla conclusione del suo mandato, dalla facile suggestione di esporre, mediante semplice elencazione, leattività svolte dal Club durante l’anno della sua presidenza. Anche se ricca e sostanziosa, non potrebbe che risultare ripetitiva se considerata nel contesto di tutte le azioni attuate nei trenta anni di vita dei Club. Ritiene però suo dovere ringraziare il Consiglio Direttivo e tutti coloro che hanno operato per la realizzazione di importanti services. Gratitudine va alle gentili leonesse, nostre consorti e care amiche. Ad esse giustamente va attribuito il successo della “Giornata delle Signore” che ha consentito di costituire un sostanzioso fondo per la realizzazione di un service su l’Arredo Urbano. Non va taciuta infine la sponsorizzazione del secondo Club perugino: il Lions Club Perugia Volumnia. Un service che interpreta esattamente gli scopi del nostro movimento.

lbar

 Salvatore Daniele

(Anno sociale 1983-1984)
L’annata lionistica si è caratterizzata per la varietà degli interventi e delle attività: dalla conferenza del Questore di Perugia, dr. Trio, sul problema degli stranieri in Italia e in Umbria, alla conferenza del Prof. Frenguelli sui danni da rumore; dalla conversazione del Socio Fernando Ciai sugli aspetti socio-economici della moda alla conferenza della dott.ssa Feruglio, Sovrintendente alla Archeologia per l’Umbria, sulla presenza degli etruschi a Perugia. Fra le attività di service basterà ricordare il completamente del restauro della Pala-Affresco raffigurante l’Annunciazione e Sant’Antonio Abate nella Chiesa di San Prospero a Perugia. Fra gli incontri interclub riuscitissimo quello con gli amici di Capri nella incantevole isola partenopea.

lbar

 Artemio Giovagnoni

(Anno sociale 1982-83)
Di questo anno ci rimane la lista completa dei temi svolti dal primo Settembre 1982 al Giugno 1983: vale la pena di riportarla per intero. 1 Settembre 1982: dedicato al Corso di Studi Giuridici “Luigi Severini. 1 Ottobre 1982: “Il futuro della Economia Italiana”, Guido Panico relatore. 30 Ottobre 1982: “Il lionismo”, Lao Cottini relatore. 21 Novembre 1982: Interclub ad Assisi per la inaugurazione delle Controporte alla Basilica di San Francesco. 26 Novembre 1982: presentazione del dramma di Artemio Giovagnoni “Era mio figlio”, in occasione dell’VIII Centenario dalla nascita di San Francesco. 3 Dicembre 1982: “Poesie della Maremma toscana” di Luciano Agostini. 7 Gennaio 1983: “Il giornalismo” relatrice Cristina Tiberi. 4 Febbraio 1983: visita del Governatore Brunello Brettoni. 1 1 Febbraio 1983: interclub con il Club gemellato di Pérouges, in Francia, per il XX anniversario del gemellaggio. Per l’occasione Artemio Giovagnoni ha coniato una targa ricordo in
bronzo. 18 Marzo 1983: “Socialismo reale”, relatore Camilliam Demetrescu. 29 Marzo 1983: “Il trapianto di pancreas”, relatore David Sutherland (Minnesota). 21 Aprile 1983: service su l’orientamento professionale dei giovani, a cura di Franco Levi. 22 Aprile 1983: “L’insidia del glaucoma “, relatore Salvatore Daniele. 6 maggio 1983: “Protezione civile nell’ambito familiare e nei posti di lavoro”, relatore Gianfranco Eugeni. 14 Maggio 1983: “L’orologio solare di Augusto a Roma “, relatore Edmund Buchner, Germania. 19 Maggio 1983: Congressi Nazionale e Distrettuale a Sorrento. 28 Maggio 1983: Visita al centro Addestramento cani della Guardia di Finanza a Castiglione del Lago. 29 Maggio 1983: gita sociale in Turchia e Cappadocia. 24 Giugno 1983: 27° anniversario della Charter Night.

lbar

 Carmelo De Cenzo

(Anno sociale 1981-82)
Nei meetings, tenuti con regolarità, sono stati trattati, oltre ad argomenti di notevole interesse, il Tema Congressuale di Studio (relatore Taranto) ed il Tema Operativo. Di vasta risonanza è risultata la giornata dedicata al tema “Il trapianto degli organi”, relatore Cortesini e la conferenza-dibattito tenuta presso l’Aula Magna dell’Università per Stranieri. Il nostro Club ha partecipato alla iniziativa del Lions Club di Assisi, mirante a dotare di controporte la Basilica Superiore di San Francesco, in Assisi, per la protezione degli affreschi di Giotto. Nel corso dell’anno sociale sono state organizzate riunioni interclubs con il Rotary ed il Kiwanis.

ANNI 1976-1981

 

 Calogero Vinti

(Anno sociale 1980-1981)
L’anno è iniziato con un dibattito sul tema: “Il sequestro di persona” , al quale hanno partecipato magistrati da diversi Paesi, presenti a Perugia per partecipare al Corso del Centro Studi “Luigi Severini”. Altri meetings sono stati dedicati alla Difesa Sanitaria, alla Prevenzione contro la Droga, a temi di carattere artistico, svolti dai Soci Luciano Agostini, Paolo Brunetti, Mario Gerli, Artemio Giovagnoni, Giorgio Liuti, Mario Pellegrino, Mario Pitzurra, Valentino Romanelli. In particolare Giancarlo Cutini ha organizzato una tavola rotonda sul tema: “Il giudice – interprete o legislatore?” Carlo Abbozzo ha organizzato un interessante dibattitto sul tema: “Problemi dell’economia, oggi” Ad Orvieto si è tenuta una tavola rotonda sul tema: “I Lions per la salute dell’uomo ” A conclusione della tavola rotonda si è svolto il carosello Storico delle Forze Armate e quindi un concerto al Duomo (Organista Germani). La beneficenza di quest’anno è stata tutta devoluta ai terremotati della Basilicata e della Campania.

lbar

 Giancarlo Cutini

(Anno sociale 1979-1980)
L’anno è iniziato con il tremendo terremoto a Valfabbrica: il nostro Club è stato immediatamente impegnato negli aiuti alle popolazioni colpite. Ha partecipato all’acquisto di tre roulottes e di tre ambulatori medici pre-fabbricati. Il più importante meeting è stato quello dedicato ai problemi della scuola: vi ha partecipato il Ministro della Pubblica Istruzione Salvatore Valitutti. Ma anche altre letture sono state coronate da uguale,successo. Ricordiamo: “Il problema delle pensioni” (Avv. Bruno Biondo, Direttore Generale dell’INPS); “Perchè la Riforma Sanitaria” (Prof. A. Seppilli); “Salviamone almeno uno (dalla droga)” (Carlo Pedersoli, in Arte Bud Spencer); “Esperienze in tema di sequestri di persona” (Antonio Fariello, Questore di Perugia): “Avanguardia solitaria – Diario di un esule per vocazione” (Camilian Demetrescu, pittore); “Punti di vista dalla Torre dei Priori”(Avv. Stelio Zaganelli, Sindaco di Perugia); “Le fatiche di… Hercules e dell’areonautica Militare Italiana”. Per promuovere lo spirito lionistico si sono tenuti due interclubs. Al Lions Club Todi l’Avv. Giuseppe Taranto ha parlato su “Idealismo operativo dell’uomo Lion”. Al Lions Club Trasimeno il Dr. Giacomo Tropea ha esposto il tema: “Individualismo e società”

lbar

 Mario Enzo Drisaldi

(Anno sociale 1978-1979)
Tra le tante manifestazioni meritano attenzione il meeting in onore dei Governatori a Congresso a Perugia per il Seminario Multidistrettuale; l’assegnazione del Premio Teatrale Città di Perugia; il Congresso a Spoleto sul tema “Il Parlamento Europeo “, con la partecipazione di tutti i Clubs, del Governatore e dei Past-Governatori del Distretto. E ancora: la partecipazione a Bologna per i Congressi Distrettuale e Nazionale; l’incontro con gli amici di P‚rouges a Cannes; l’incontro alle Tre Vaselle di Torgiano con il Lions Club di Lugano, nel corso del quale Š stato dibattuto il tema “I vini umbri e la loro collocazione in Italia e nelmercato Europeo” Sono stati accolti figli di Lions dalla Svezia e dall’Estremo Oriente; sono stati dati contributi alla C.R.I. ed alla Casa del Giovane a Pavia.

lbar

 Mario Gerli

(Anno sociale 1977-1978)
L’anno è stato programmato verso lo sviluppo di conoscenze su temi di comune interesse aventi attinenza con fatti salienti della vita nazionale ed internazionale.
Si è iniziato con una tavola rotonda sul tema: “La regolamentazione del diritto di sciopero” moderato da S.E. E. De Mattia. Un meeting è stato dedicato alla proiezione di un film sulle bellezze dell’isola di Capri. Il prof. A. de Franciscis, Docente di Archeologia nella Università di Napoli, ha illustrato i reperti archeologia greci di 2000 anni fa, anche personalmente scoperti. Il Prof. R. Tommaselli, Ordinario di Botanica nella Università di Pavia, ha raccontato le sue esperienze in Nuova Guinea. Una serie di conferenze hanno portato contributi di rilievo. Ricordiamo: “La incomunicabilità sociale”, (Luciano Agostini); “Le possibilità di impiego dei satelliti artificiali per uso pacifico”(Prof. L. Napolitano); “I by-pass aorto-coronarici” (Prof. L. Gallucci), “Il nuovo volto del processo penale” (S.E. L. Di Matteo). Nel mese di Aprile 1978 si sono elette le cariche per il nuovo anno sociale; nel Maggio successivo si è organizzata una visita al Lions Club di Pérouges. Il 5 Giugno visita del Governatore De Tullio e passaggio della campana al Presidente neoeletto. Il Club si è arricchito di 12 nuovi Soci.

lbar

 Aldo Villani

(Anno sociale 1976-1977)
L’Anno sociale è stato caratterizzato da una vivace attività operativa. E stata consegnata una medaglia d’oro al Magnifico Rettore On. Prof. Giuseppe Ermini, Ministro della Pubblica Istruzione. Il prof. Paride Stefanini ha tenuto una lettura sulla eutanasia. L stato proposto un progetto per l’organizzazione di soccorsi in caso di calamità naturali e per la ristrutturazione della Protezione Civile, con la partecipazione dell’On. Giuseppe Zamberletti. E stato donato all’Istituto di Patologia Medica dell’Università di Perugia, diretto dal Prof. Paolo Brunetti, un Pancreas Artificiale: uno dei quattro prototipi esistenti al mondo. I fondi sono stati ricavati in parte dalla vendita di opere di artisti italiani generosamente offerti.

ANNI 1971-1976

 

 Gaetano Losito

(Anno sociale 1975-76)
L’anno sociale si è caratterizzato per una sua più incisiva proiezione all’esterno, stabilendo contatti con i rappresentanti della Regione, della Provincia, del Comune, della Prefettura. Da ricordare la tavola rotonda a conclusione della indagine sul turismo in Umbria, alla quale hanno partecipato esperti della regione (Abbondanza) e i Lions promotori (Curti); il dibattito sull’attuale problema del Lago Trasimeno, con partecipazione del Presidente della Provincia (Grossi) e di docenti della Facoltà di Scienze (Moretti, Giannotti, Di Giovanni). Inoltre da ricordare: il dibattito sull’Ordinamento Regionale, il lustrato e discusso dal Presidente del Consiglio Regionale Fabio Fiorelli; la serata dedicata alla Associazione calcio Perugia, partecipata dal Sindaco di Perugia (Perari), dai Presidenti della U.E.F.A. (Franchi) e della F.I.G.C. (D’Attoma). Per il Ventennale della Fondazione del Club è stata organizzata una tavola, rotonda dedicata a San Francesco, nel 750° Anniversario della morte. L proseguita con immutato impegno l’opera a favore dei non vedenti. E’ stata stanziata la somma di Lire 1.500.000, a favore dei terremotati del Friuli. Si sono acquisiti 9 nuovi Soci. I Soci Pandolfi, Sorcetti, Tosti, Levi e Currieri hanno tenuto conversazioni di alto livello. Si è concluso l’intervento per il restauro di San Prospero.

lbar

 Franco Levi

(Anno sociale 1974-1975)
L’attività del Club ha spaziato in molte direzioni, con iniziative quali il “Dibattito sul Palazzo dei Congressi a Perugia “, al quale hanno partecipato le massime autorità locali; il convegno su “La formazione dell uomo e del cittadino nella scuola”, al quale è intervenuto l’onorevole Giorgio Spitella, Sottosegretario alla Pubblica Istruzione. Gli Atti del Convegno sono stati pubblicati. Il meeting della Ridedicazione ha avuto come oratore Giuseppe Grimaldi, primo Lion italiano candidato a ricoprire la carica di Vice Presidente Internazionale. Una iniziativa promozionale di particolare valore è stata presa dal Club con lo stanziamento di un contributo per il restauro della chiesa di San Prospero, interessando al problema del suo ripristino le autorità preposte a tale compito.

lbar

 Giuseppe Tosti

(Anno Sociale 1973-1974)
Il Lions Club di Perugia ha finalmente una Segreteria funzionale. Grazie a Giuseppe Tosti è stato possibile giungere a questa realizzazione, con una sede in Corso Vannucci, presso il Palazzo Cicioni, di fronte al Palazzo dei Priori, nel centro storico della città. Tra gli oratori che hanno onorato il Club con la loro partecipazione una particolare menzione meritano gli Scrittori Alberto Bevilacqua ed Enrico Vaime, il Giornalista Paolo Valenti, l’Economista Amonasro Zocchi e l’Editore Leo Olschki di Firenze.

lbar

 Mario Pitzurra

(Anno Sociale 1972-1973)
Il Club di Perugia ha nuovamente l’onore di annoverare un suo Socio tra i Governatori dei Distretto 108-L. Carlo Abbozzo ha infatti ricoperto tale carica, profondendo in essa ogni sua mi gliore energia. Particolare attenzione è stata rivolta al problema dell’emofilia, devolvendo un cospicuo contributo alla Sezione Umbro-Marchigiana della Fondazione per l’Emofilia ed istituendo una borsa di studio per un giovane emoftlico studente universitario. Si è completato l’impianto per la biblioteca del Libro Parlato presso la Unione Italiana Ciechi, sezione di Perugia. Si sono restaurate le edizioni cinquecentine dei Commentaria di Baldo degli Ubaldi di Perugia, di proprietà della Università degli Studi di Perugia. E’ stato sponsorizzato il Lions Club Trasimeno.

lbar

 Romualdo Farinelli

(Anno sociale 1971-1972)
Si può considerare questa annata come una festa dell’Arte. Insigni personalità della Pittura (Alberto Sughi), della Letteratura (Carlo Bemari), del Cinema (Gianluigi Rendi) hanno portato in seno al Lions Club di Perugia una nota artistica di eccezionale validità. Inoltre da sottolineare l’offerta all’ Unione Italiana Ciechi, Sezione di Perugia, di una attrezzatura per la sala di riproduzione del Libro parlato.

ANNI 1966-1971

 

 Nando Curti

(Anno Sociale 1970-1971)
I problemi turistico-alberghieri, tanto importanti per una Regione come l’Umbria, sono stati affrontati con tale competenza e cura da portare anche alla Istituzione di una Commissione Regionale per lo studio dei problemi inerenti l’aereoporto di Sant’Egidio. Sono stati assegnati contributi cospicui a favore del centro Rieducazione Spastici e dei terremotati di Valfabbrica e Cascastalda.

lbar

 Dante Magnini

(Anno Sociale 1969-1970)
Durante questo anno sono state assegnate due borse di studio per figli di Lions studenti presso l’Università per Stranieri. E stato versato un contributo alla CRI per l’acquisto di una autoambulanza. Il Club si è arricchito di due Soci Onorari particolarmente illustri: l’On. Prof. Giuseppe Ermini Rettore Magnifico della Università degli Studi di Perugia, e l’On. Prof. Salvatore Vallitutti, Rettore della Università per Stranieri di Perugia.

lbar

 Carlo Abbozzo

(Anno sociale 1968-1969)
I problemi di carattere locale hanno trovato largo spazio nella attività sociale. Tra le conferenze che hanno avuto luogo durante l’anno, tutte molto riuscite ed interessanti, particolarmente stimolante è stata la conversazione del Rag. Caraffini, poi Sindaco di Perugia, sul tema “Centro Storico e Traffico” Hanno avuto una larga eco in campo distrettuale e nazionale la creazione del Centro Lions di Informazione per studenti Lions o figli di Lions presso l’Università per Stranieri ed una tavola rotonda sul tema congressuale “I giovani nella società contemporanea “, cui ha fatto seguito una pubblicazione, che fu poi richiesta anche in ambienti culturali al di fuori della nostra associazione.

lbar

 Antonio Bellocchi

(Anno sociale 1967-1968)
L’anno ha visto il Club impegnato in modo particolare in problemi di ordine giuridico-forense. Si sono avute conversazioni di alto interesse e di particolare competenza nel campo della Magistratura e della Avvocatura, che hanno visto come relatori personaggi di primo piano, tra i quali il Consigliere Angelo Jannuzzi, Presidente del Tribunale di Roma, l’ori. Ronchetti, Vice Presidente del Consiglio Superio-re della Magistratura, il Prof. Salvatore Messina ed il Presidente della Corte d’Appello di Perugia Dr. Demetrio Forlenza.

lbar

 Franco Tei

(Anno sociale 1966-1967)
L’anno sociale ha avuto inizio con la Charter del Decennale, alla quale sono intervenute le massime autorità lionistiche e distrettuali. In occasione della calamità abbattutasi su Firenze, il Lions Club Perugia è intervenuto tempestivamente curando il trasporto dei libri della Biblioteca Nazionale, onde provvede re al loro recupero. Tra i meetings dell’anno sociale, tutti di rilevante interesse, particolare importanza hanno avuto la Festa della Ridedicazione e la celebrazione del 50° anniversario della fondazione dei Lions International.

ANNI 1961-1966

 

 Salvatore Siggia

(Anno sociale 1965-1966)
I programmi sociali del decimo anno di vita del Club, conclusosi con una celebrazione particolare, furono coordinati ed orientati verso finalità ben precise: potenziare il Club, contribuire alla valorizzazione della nostra Regione, indicare ai Soci ed alla pubblica opinione i settori essenziali più meritevoli di intervento.
Si intensificarono anche gli amichevoli rapporti esistenti con i Lions Clubs vicini e con gli altri Clubs similari. Come contributo alla valorizzazione dell’Umbria, vanno ricordate le riunioni conviviali dedicate ai “Problemi urbanistici e di circolazione stradale nei centri storici” (Dr. Andreani ed Ing. Serra), su “La antica poesia umbra inedita del ‘200 ” (Prof. Ignazio Baldelli), su “La nuova società rurale” (Avv. Maori); su “La proprietà dell’opera d’arte” (Prof. Scarpellini); su ‘L’impiego pacifico della energia nucleare” (Prof. Bellucci). Quest’ultima permise di apprezzare la moderna attrezzatura dell’ospedale Policlinico di Perugia. Nell’ambito d’ella stessa tematica fu realizzata la 1° Mostra fotografica su: “L’Umbria in tutti i suoi Aspetti”, furono esposte 150 opere. Nel settore della attività civile ed assistenziale fu donata al Comune di Perugia l’attrezzatura per giochi dei bambini all’aria aperta, sistemata nel Parco della Cupa.

lbar

 Tommaso Angelucci

(Anno sociale 1964-1965)
Non si possono qui menzionare tutte le originali relazioni tenute durante i molti meeting. Vanno per ricordate per la profondità con cui furono presentate e per il loro particolare interesse, la conferenza del Socio Giovanni Faina su “Moderni sistemi di conduzione aziendale”; del Prof. Innamorati su “I premi letterari in Italia”; del Prof. Brogioni su “La chimica delle frodi alimentari” e quella del Dr. De Stefani su “Le Olimpiadi di Tokio”.

lbar

 Leonello Leonelli

(Anno sociale 1963-1964)
I meeting accentuarono il carattere di amichevole convito, favorendo la spontaneità e la semplicità delle conversazioni, nelle quali ognuno intervenne su temi di interesse comune. Meritano di essere ricordati, fra gli altri, i meeting dedicati a “Il caso di coscienza’; “Non abbiamo il diritto di distruggere un monumento perché‚ a noi sembra brutto” (Prof. Scarpellini); “Come difenderci dai matti” (Prof. Moretti); “Viaggio in Umbria” (Prof. Montesperelli). Nel settore della beneficenza si concentra l’aiuto intervenendo a favore della Casa della Ragazza di Foligno che, creata e diretta da un insegnante di quella città, da un lavoro ed una attività professionale a ragazze le quali, per le loro condizioni di miseria e per l’ambiente da cui provengono, sarebbero avviate sulla strada del vizio.

lbar

 Cesare A. Maori

(Anno sociale 1962-1963)
Fu un anno vario, di intensi rapporti internazionali e con altri Clubs italiani, caratterizzato dal gemellaggio con il Lions Club di Pérouges. L’incontro nella cittadina francese tra Lions delle due nazioni, tra cittadini di Perugia e cittadini di Pérouges, la ricerca di antiche memorie comuni, la coscienza di appartenere ad una comune civiltà, di sentire la vita alla stessa maniera, di avere grandi, reali, non retorici ideali, dettero la prova concreta dell’importanza della nostra associazione di uomini liberi, colti, dinamici. Per la prima volta fui eletto alla carica di Governatore Distrettuale un nostro Socio, il Generale Vincenzo Barile.

lbar

 Pasquale Solinas

(Anno sociale 1961-1962)
Furono attuati, potenziati e stimolati al massimo i Comitati. Si ebbero interventi, discussioni, conferenze e riunioni interclub su problemi della Città e della Regione: tra i quali vanno ricordati quelli per la “Sagra Musicale dell’Umbria “, per la “Viabilità automobilistica e ferroviaria” e sulla “Preservazione dei monumenti cittadini e delle zone verdi”. Particolarmente felice fu l’iniziativa di ospitare all’Hotel Brufani dei giovani figli di Lions di Francia, Belgio, Svizzera e Germania, per consentire loro di seguire un regolare corso di studi all’Università per Stranieri. Nel settore della beneficenza furono donate all’Ospedale Policlinico di Perugia quattro tende per ossigeno.

ANNI 1956-1961

 

 Luigi Giacomo Scassellati Sforzolini

(Anno sociale 1960-1961)
L’anno sociale fu inaugurato con la deliberazione della istituzione di borse di studio a favore di studenti meritevoli e bisognosi della città di Perugia. L’iniziativa si ispira ad almeno due dei principali scopi dei lionismo, cioè la valorizzazione di ogni intelligenza e la costante solidarietà verso chi maggiormente è mortificato dalle ristrettezze economiche. Successive votazioni consacrarono le scelte e varie borse vennero così assegnate, per importi cospicui nel mese di dicembre. Le riunioni conviviali rispecchiarono lo spirito di amicizia e di cordialità; gli argomenti trattati furono i più vari ed interessanti: “Il problema delle vacanze e delle ferie in relazione al movimento turistico” (Nando Curti); “L’astensione dal lavoro dei professionisti” (Pasquale Solinas): “La sagra Musicale dell’Umbria” (Dr. Coletti); “Il Centenario della Unità d’Italia ” (Prof. Bon); ‘Moglie e marito di fronte agli aspetti giuridici del matrimonio” (Leonello Leonelli).

lbar

 Giuseppe Minniti

(Anno sociale 1959-1960)
La presidenza di Giuseppe Minniti, immaturamente scomparso all’affetto degli amici, fu una delle più attive e più operanti nel campo dello spirito. Ne fa testo la sua conferenza sul contenuto etico-sociale e sugli aspetti storici del lionismo, tenuta la sera del 29 gennaio 1959, alla presenza del Governatore S.E. l’ambasciatore Ugo Sola. Le sue parole, ed in particolare il brano che riportiamo, hanno per noi il valore di un testamento spirituale: “… Coltivare queste relazioni, renderle più agevoli nell’amicizia e nella conoscenza reciproca, nel sentimento della solidarietà spontanea, generosa ed affettuosa per tutti, è il programma dei Lions: sulla premessa di quei principi di libertà, di indipendenza, di equilibrio fra il diritto collettivo e quello individuale che, pur essendosi affermati nella società moderna, tuttavia non sono fine a se stessi, ma devono essere volti non solo al benessere fisico e materiale, ma soprattutto all’evoluzione ed al perfezionamento etico dello spirito che è l’ideale della umanità e senza cui la libertà trasmoda in licenza, il diritto in sopruso, l’indipendenza in brutale egoismo…”.

lbar

 Vincenzo Barile

(Anno sociale 1958-1959)
Fu l’anno del consolidamento organizzativo e della espansione operativa. Sotto il primo aspetto, la realizzazione più saliente fu l’approvazione dello Statuto del Club, su di un testo diligente mente predisposto dal Socio Leonello Leonelli. Venne così assicurata al nostro Club, nel quadro e nello spirito degli statuti della Associazione e del Distretto, piena funzionalità, anche procedurale. L’attività sociale, oltre a registrare un riuscitissimo interclub in Assisi con la partecipazione dei Clubs di Arezzo, Orvieto e Jesi, si realizzò prevalentemente nei periodici meetings, durante i quali vennero trattati sempre argomenti di viva attualità. Da ricordare quello dedicato ai Magistrati italiani e stranieri partecipanti al Corso Studi del Centro Internazionale Magistra ti “L. Severini”, nonché la “Giornata dei Soci Fondatori e della Ridedicazione”.

lbar

 Maurizio Binazzi

(Anno sociale 1957-1958)
Sotto la Presidenza di Maurizio Binazzi, nel corso di 19 riunioni conviviali, furono tenute conversazioni di argomento vario e sempre vivissimo. Tra gli ospiti conferenzieri illustri, quali il prof. Gianni Angelini, Autore del nostro guidoncino, il Maestro Valentino Bucchi, compositore valentissimo, ed il Dr. Francesco Santi, che fu Sovrintendente ai Monumenti ed alle Gallerie dell’Umbria. Importanti furono la partecipazione alla Charter Night di Siena ed a quella di Arezzo, la riunione interclub a Cortona con i Lions di Arezzo e la Festa degli Auguri che riunì i Lions di Perugia, Ancona, Arezzo, Siena e Terni. Nel corso dell’anno fu acquisito al Club, quale Socio Onorario, l’illustre pittore perugino Gerardo Dottori.

lbar

 Alessandro Bartoccioli

(Anno sociale 1956-1957)
Dopo la costituzione, avvenuta il 22 Febbraio 1956, con la solenne celebrazione della Charter Night, il Club iniziò ufficialmente il suo primo anno di vita, dedicato in prevalenza e necessariamente alla attività organizzativa. Per altro vari meeting furono dedicati ad argomenti di palpitante attualità, con l’intervento di ospiti illustri. Furono effettuate riunioni interclub, tra cui una memorabile, con il nostro sponsor, il Lions Club Firenze. Per la prima volta i Lions perugini parteciparono al Congresso Nazionale dei Lions italiani, svoltosi quell’anno a Roma nel 1957.